Servono fondi per le ristrutturazioni alberghiere

Nel 2013 accolto solo il 10% delle domande. No alla tassa di soggiorno.
«I fondi della legge 2 per la ristrutturazione delle strutture alberghiere vanno rimpinguati. Contiamo che possa accadere nelle prossime variazioni di bilancio». Paola Schneider, presidente di Federalberghi Fvg Confcommercio, chiede alla Regione maggiori risorse per una finalità, il miglioramento qualitativo della ricettività, che può avere un valore «fondamentale» nella crescita del turismo regionale.

Schneider interviene dopo aver letto i dati del 2013, «decisamente al ribasso nel rapporto tra domande presentate e accolte dagli uffici regionali». Questione, appunto, di risorse calanti. La presidente di Federalberghi fa sapere che a livello regionale «sono state presentate 142 domande, per un totale di quasi 32 milioni di euro di lavori da realizzare, ma ne sono state accolte non più del 10% a causa di una disponibilità totale della Regione non superiore a 1,9 milioni di euro».

Troppo poco per una categoria «che considera strategico rinnovarsi e creare nuovi servizi interni», dice anche il presidente provinciale Bruno Della Maria. Di qui la richiesta alla Regione «di incrementare il fondo». Nel caso in cui si procedesse invece attraverso l’erogazione di risorse tramite Mediocredito, Schneider sollecita «ammortamenti di almeno vent’anni».Da parte della presidente degli albergatori Fvg, inoltre, c’è l’auspicio che «possa entrare al più presto a regime il nuovo piano quinquennale del turismo, perché un indirizzo strategico agli operatori manca ormai da troppo tempo». Infine, la ribadita contrarietà alla reintroduzione della tassa di soggiorno: «Non ci possiamo permettere in questa fase economica di aggiungere balzelli ai turisti che non capirebbero in tempi di crisi anche un’imposta di soggiorno. Tanto più perché la nostra clientela è in larga parte di fascia media, assieme a quella medio-bassa la più colpita dalla crisi economica.

Torna all'elenco

In primo piano

POS Obbligatorio: dal 30 Giugno doppia sanzione per chi rifiuta la carta

POS Obbligatorio: dal 30 Giugno doppia sanzione per chi rifiuta la carta Vi ricordiamo che dal 30 giugno 2022 le attività commerciali che non accetteranno pagamenti in formato elettronico saranno soggette a sanzioni. La sanzione prevista è di 30…

Musica d’ambiente – Disdetta Accordo tra Siae e Soundreef Lea

VENERDÌ 1° LUGLIO, scadranno gli accordi tra Siae e LEA/Soundreef . Confcommercio, insieme a FIPE e Federalberghi ha incontrato AGCOM e il Ministero della Cultura, per riferire tutte le problematiche di una liberalizzazione che si è…

Confcommercio Professioni Talks – Giovedì 7 Luglio Ore 18.00

Evento in presenza Gratuito Giovedì 7 Luglio 2022 - Ore 18.00  Villa Otellio de Carvalho - Manzano (UD)  Nell'occasione sarà presentata la nuova convenzione stipulata tra Confcommercio Udine e Innolva Spa. Questa convenzione…

Aggiornamenti protocolli di contrasto al Covid

Confcommercio ha partecipato all’incontro promosso dal Ministro del lavoro con tutte le parti sociali, cui hanno preso parte anche i Ministeri della Salute e dello Sviluppo Economico, nonché l’INAIL. L’incontro odierno seguiva a quello del 4 maggio…