Sede
  • Fatturazione elettronica - Focus sul nuovo contesto legislativo

    Dal prossimo 1 gennaio 2019, come previsto dalla Finanziaria 2018, tutte le cessioni di beni / prestazioni di servizi che intercorrono tra soggetti residenti / stabiliti in Italia, DEVONO essere documentate esclusivamente da FATTURA ELETTRONICA.

    L'estensione dell'obbligo di emissione della FATTURA ELETTRONICA riguarderà non solo le operazioni tra soggetti passivi ma anche quelle nei confronti dei soggetti privati. 

    Per poter illustrare questa IMPORTANTE novità legislativa abbiamo pensato di organizzare delle riunioni informative su questo argomento nei comuni di Latisana, Cividale del Friuli e Tolmezzo.




    Nelle circolari allegate troverete tutti le indicazioni sugli incontri e i repaciti da contattare per potersi iscrivere ai vari incontri.

  • Danni da maltempo nelle aziende: la Cciaa di Pordenone-Udine raccoglie le segnalazioni

    In supporto all’azione della Protezione civile regionale


    Danni da maltempo nelle aziende: la Cciaa di Pordenone-Udine raccoglie le segnalazioni


    Le mattine di giovedì 15 a Claut e venerdì 16 a Meduno per Pordenone, a Tolmezzo per Udine


    In supporto all’azione della Protezione civile regionale, la Camera di Commercio di Pordenone-Udine, giovedì e venerdì, raccoglierà le segnalazioni delle imprese colpite della recente ondata di maltempo nel territorio delle due province, in particolare quello montano. Funzionari camerali saranno a disposizione delle imprese che vorranno dare notizia dei danni subiti.Giovedì 15 saranno nel Comune di Claut dalle 9 alle 13 e venerdì 16 mattina nel Comune di Meduno. Per Udine, nella sede camerale a Tolmezzo sempre giovedì e venerdì dalle 9 alle 13.


    Per le imprese che abbiano subito danni al di fuori delle aree maggiormente colpite della montagna e per chi avesse necessità di chiarimenti, saranno comunque a disposizione per il pordenonese l’Ufficio Agevolazioni (dott. Palma) (agevolazioni@pn.camcom.it -  0434.381627) e per Udine l’ufficio segreteria (segreteriagenerale@ud.camcom.it – 0432.273224), fino al 19 novembre.

  • PROGETTO: ADOTTA UNA VETRINA, ADDOBBA LA TUA CITTÀ

    A tutte le aziende della città di Udine: anche quest'anno in occasione delle festività natalizie il Gruppo Giovani Imprenditori di Confcommercio Udine presenta "Adotta una Vetrina" iniziativa finalizzata a stimolare l’animazione, la vivibilità e la fruizione, anche in tema commerciale, degli spazi urbani del centro di Udine.

    Questo progetto è finalizzato alla valorizzazione degli spazi commerciali vuoti che si trovano nel centro cittadino e che creano una discontinuità nello spazio urbano, con luoghi bui o poco illuminati e a volte soggetti a degrado e con evidenti danni “commerciali” alle altre attività contermini.

    L’intento del gruppo Giovani Imprenditori di Confcommercio è quello di “valorizzare” questi spazi rendendoli luminosi e accattivanti per le persone che passeggiano in centro e anche per l’eventuale imprenditore interessato al locale (sfitto o non utilizzato).

    Se sei il proprietario di un immobile che potrebbe essere destinato a questo progetto per la “valorizzazione” degli spazi commerciali “sfitti” del centro di Udine oppure sei interessato a diventare lo sponsor di questa bella iniziativa, puoi contattare il numero 327.8948033 oppure inviare una mail a sindacale@ascom.ud.it.



    In allegato l'opuscolo che descrive l'iniziativa.


  • Sportello Franchising Confcommercio Udine
  • Sportello Tari


  • Accesso al credito Accesso al credito

    Informazioni e consulenze sulle più importanti opportunità per l’accesso al credito

    domande di accesso | piani finanziari

  • Formazione / Sicurezza Formazione / Sicurezza

    Formazione professionale: corsi formativi per imprese, dipendenti e collaboratori

    corsi in partenza


Come aprire un'attività
Sportello Imprese MEPA
News
  • I SALDI INVERNALI  NEL FRIULI VENEZIA GIULIA

    La Giunta Regionale ha determinato i periodi di effettuazione dei
    saldi di fine stagione. L’avvio dei saldi invernali è fissato da
    SABATO 5 GENNAIO 2019 (e fino al 31 marzo).

  • COMUNICATO STAMPA CONFCOMMERCIO NAZIONALE SU NUOVA GOVERNANCE E RECENTI FATTI DI CRONACA


    In riferimento ad alcuni articoli pubblicati in questi giorni la Confcommercio precisa quanto segue: Il 14 novembre si svolgerà il Consiglio DIRETTIVO per prendere in esame la riorganizzazione interna che ha comportato la risoluzione del rapporto di lavoro con il Direttore Generale Francesco Rivolta per motivi oggettivi. 

    In quella stessa sede il Presidente Carlo Sangalli relazionerà sui RECENTI FATTI DI CRONACA . A questo proposito si conferma che il Presidente, abbandonando la sua usuale vocazione al dialogo, ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica ritenendosi parte offesa per gravissime condotte di estorsione e diffamazione.

    Proseguirà a querelare con fermezza chiunque costruisca diffonda o alimenti notizie false e diffamatorie.
    Dunque, accuse infamanti o illazioni, anche e soprattutto se provenienti da soggetti con una storia ben diversa da quella del Presidente, saranno oggetto di querela immediata.

    Il Presidente esclude categoricamente di aver mai mancato di rispetto a nessuno dei suoi collaboratori (nel 2011, come in ogni giorno di tutta la sua carriera).

    Carlo Sangalli è stato oggetto di una lunga e ben orchestrata sequenza di episodi, di minacce e lettere anonime, una vera e propria violenza psicologica che lo ha profondamente segnato.

    Una precisa regìa, che contestava comportamenti scorretti tra i più infamanti riferiti al 2011, contro cui non vi sarebbe stata alcuna possibilità di difesa. In questa situazione il Presidente, pur non avendo alcuna colpa, ha ritenuto di cedere alle richieste e pagare.

    Il Presidente ha scelto di farlo nella forma più trasparente possibile dell’atto pubblico, per tutelare la Confederazione e la propria serenità familiare, e conservare ampia delle pressioni subite.

    Nonostante l’avvenuto pagamento, con pervicacia, sono state richieste a più riprese le dimissioni con toni minacciosi, allusivi e nei contesti più inopportuni.
    Solo di recente, dopo una lunga e complessa attività di ricerca, si è scoperta la reale natura delle richieste estorsive e si è avuta prova degli accordi e delle responsabilità dei singoli.

    Il Presidente Sangalli e la Confcommercio attendono il lavoro della magistratura per individuare i responsabili di queste azioni gravissime.



I vantaggi della PEC
Formazione sicurezza


  • Ebiter
  • Forte
  • Terziaria CAT
  • Servizi Imprese Udine
  • Servizi Imprese Udine