Sede
  • Inquinamento e Mobilità Sostenibile: Focus sulle prospettive future in tema di mobilità sostenibile

    L’inquinamento ambientale da gas di scarico auto è spesso al centro del dibattito pubblico. L’incontro si pone l’obiettivo di fornire alcuni elementi di valutazione del fenomeno dell’inquinamento ambientale prodotto dalle autovetture e di far conoscere le prospettive future in tema di mobilità sostenibile. 


    Programma



    • ore 10:30 - Avvio dei lavori ed interventi introduttivi a cura di:
      · Piero Pinamonti — Università degli Studi di Udine
      . Giorgio Sina — Presidente FVG Confcommercio - Federmotorizzazione


    • ore 11:00 - Fulvio Stel (ARPA - FVG)
      “Inquinamento da traffico in FVG”


    • ore 11:30 - Angelo Onorati (Politecnico di Milano)
      “Emissioni da motori a combustione interna automobilistici: situazione attuale e
      prospettive future”


    • ore 12:00 - Romeo Danielis (Università di Trieste)
      “Standard internazionali sulle emissioni inquinanti: effetti sul mercato dell’auto”


    • ore 12:30 - Dibattito


    • ore 13:00 - Chiusura dei Lavori
       ·Giovanni Da Pozzo — Presidente CCIAA Pordenone e Udine


     

  • Danni da maltempo, prestiti Montepaschi fino a 300mila euro

    Un plafond di 60 milioni di euro a favore delle aziende colpite dagli eventi meteo di fine ottobre-inizio novembre. L’ha deliberato il gruppo Montepaschi con l’obiettivo di intervenire per il ripristino di beni immobili e attrezzature a tassi agevolati. La finalità specifica dello strumento è infatti quella di offrire un sostegno immediato a imprese e privati che hanno subito danni dall’alluvione dello scorso autunno, in attesa di pianificare forme di copertura o di presentare domanda di ammissione a interventi dell’amministrazione pubblica.

    Gli importi, con garanzia Confidi nel caso delle imprese, variano da 30mila a 300mila euro, a coprire fino al 100% degli investimenti, con durata del finanziamento da 4 a 18 mesi. La scadenza del plafond è fissata a fine aprile.

    Per eventuali info contattare gli uffici Confcommercio allo 0432.538700

  • Patto Confcommercio Fvg-sindacati a sostegno dell’economia colpita dal maltempo

    Un gesto di solidarietà a favore di un territorio duramente penalizzato anche dal punto di vista economico dall’alluvione di fine ottobre. Confcommercio del Friuli Venezia Giulia e le segreterie di Cgil, Cisl e Uil, sottoscrivono l’istituzione di un fondo paritetico da devolvere a sostegno delle popolazioni dell’Alto Friuli colpite dal maltempo con l’obiettivo di favorire non soltanto la ripresa delle normali attività socio-economiche, ma anche il rilancio delle condizioni di crescita della montagna.


    Il fondo, secondo l’intesa sottoscritta dal presidente di Confcommercio Fvg Giovanni Da Pozzo, dal segretario di Cgil Udine Natalino Giacomini, dal segretario della camera sindacale Uil Udine Ferdinando Ceschia e dai coordinatori referenti Ast Cisl Udine Renata Della Ricca e Ast Cisl Alto Friuli Valentino Bertossi, verrà alimentato in maniera paritaria dalle aziende aderenti a Confcommercio e dai rispettivi dipendenti, attraverso la devoluzione volontaria, tramite apposita delega scritta, di un’ora di retribuzione dei mesi di dicembre 2018 o gennaio 2019. Ciascuna azienda, oltre a quanto trattenuto sulle buste paga, è impegnata a conferire una quota pari almeno al totale delle ore donate dai propri dipendenti.


    L’intesa, immediatamente operativa, definisce anche le linee generali che guideranno l’utilizzo del fondo, le cui risorse verranno destinate a finalità e necessità da verificare con i sindaci dei comuni colpiti, tutti quelli che saranno compresi nella dichiarazione di calamità naturale. «Un’iniziativa di rilievo non solo simbolico – commenta il presidente Da Pozzo – che impegna imprenditori e lavoratori a farsi carico di un importante contributo di solidarietà verso colleghi messi in difficoltà da un evento imprevedibile». «Contiamo che anche in questa occasione, come è già avvenuto in passato – aggiungono i sindacati –, il mondo del lavoro friulano saprà dare prova di generosità e di concreta solidarietà, di fronte agli effetti di una calamità che non danneggia soltanto i territori e le comunità direttamente colpite dal maltempo, ma tutto il territorio regionale». 


     


     


  • Sportello Franchising Confcommercio Udine
  • Sportello Tari


  • Accesso al credito Accesso al credito

    Informazioni e consulenze sulle più importanti opportunità per l’accesso al credito

    domande di accesso | piani finanziari

  • Formazione / Sicurezza Formazione / Sicurezza

    Formazione professionale: corsi formativi per imprese, dipendenti e collaboratori

    corsi in partenza


Come aprire un'attività
Sportello Imprese MEPA
News
  • Apparecchi per la ricerca delle persone - contributo 2019

    Entro il prossimo 31 gennaio dovrà essere versato il contributo annuale dovuto dai detentori di apparecchi cercapersone, non di libero uso.
    Si ricorda che l’utilizzo di questo tipo di apparecchiature è subordinato alla presentazione di una dichiarazione al Ministero dello sviluppo economico per conseguire un’autorizzazione generale (articolo 107, decreto Legislativo n. 259 del 2003 - Codice delle comunicazioni elettroniche -).

    Il contributo da versare, stabilito dall’articolo 34 (Allegato n. 25) del Codice delle comunicazioni elettroniche, è il seguente:
    •    euro   30,00 in caso di utilizzo fino a 10 apparati;
    •    euro 100,00 in caso di utilizzo fino a 100 apparati;
    •    euro 200,00 in caso di utilizzo oltre i 100 apparati.

    Il pagamento può essere effettuato con le seguenti modalità:
    ·         versamento in conto corrente postale intestato alla Tesoreria Provinciale dello Stato;

    ·         versamento con vaglia postale interno o internazionale intestato alla Tesoreria provinciale dello Stato;

    ·         accreditamento bancario a favore dell'ufficio italiano cambi per il successivo versamento all'entrata del bilancio dello Stato. La causale del versamento deve contenere l'indicazione che l'importo deve essere acquisito all'entrata del bilancio dello Stato, al Capo XXVI,
    capitolo 25 articolo 69.
    Per ulteriori informazioni circa le modalità di pagamento vi invitiamo a contattare gli ispettorati territoriali.

  • Contributi a fondo perduto a favore delle PMI colpite dagli eventi meteorologi dello scorso ottobre


    La Giunta della  CCIAA di Pordenone-Udine con delibera n. 25 del 19/11/2018 ha deciso di stanziare dei un BANDO CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO ALLE PMI DELLE EX PROVINCE DI PORDENONE E UDINE COLPITE DAGLI EVENTI METEOROLOGICI AVVERSI OCCORSI A DECORRERE DAL 28 OTTOBRE 2018


    Beneficiari
    Sono beneficiarie dei contributi le imprese, le cooperative e i consorzi, che rientrino nella definizione di micro, piccola e media impresa secondo la normativa comunitaria, iscritte al Registro delle Imprese della Camera di commercio di Pordenone-Udine, con sede legale e/o operativa destinataria dell’investimento in uno dei comuni delle ex province di Pordenone e di Udine colpito dagli eventi meteorologici avversi del 28-30 ottobre 2018, in corso di individuazione da parte delle autorità regionali competenti ed in possesso dei requisiti previsti dal Bando all’art. 5..


    Si segnala che a decorrere dal 1° gennaio 2013 è entrato in vigore il DL 95/2012 (spending review) il quale all'art. 4 comma 6 stabilisce:


    ...Gli enti di diritto privato di cui agli articoli da 13 a 42 del codice civile, che forniscono servizi a favore dell'amministrazione stessa, anche a titolo gratuito, non possono ricevere contributi a carico delle finanze pubbliche...

    Aree di applicazione
    ex province di Pordenone e di Udine


    Risorse finanziarie
    Le risorse finanziarie disponibili per il presente bando ammontano ad euro 532.000,00 di cui:



    • euro 500.000,00 a valere sul Bilancio della preesistente CCIAA di Udine per le imprese della ex provincia di Udine

    • euro 32.000,00 stanziati sul Bilancio della preesistente CCIAA di Pordenone per le imprese della ex provincia di Pordenone


    Regime d'aiuto
    Le agevolazioni sono concesse in osservanza alle condizioni prescritte dal regolamento CE 1407 del 18 dicembre 2013 relativo all’applicazione degli artt. 87 e 88 del Trattato CE agli aiuti di importanza minore “de minimis” pubblicato in GUUE serie L n. 352 del 24 dicembre 2013


    Iniziative e spese ammissibili
    Sono ammesse tutte le spese connesse allo svolgimento dell'attività di impresa riconducibili alle seguenti tipologie:
    1) ripristino strutturale e funzionale dell'immobile danneggiato a seguito dell'evento calamitoso, nel quale ha sede l'attività d'impresa;
    2) ripristino dei macchinari e delle attrezzature d'impresa, comprensiva degli arredi funzionali alle attività d'impresa, danneggiati a seguito dell'evento calamitoso;
    3) acquisto di scorte di materie prime, semilavorati e prodotti finiti danneggiati o distrutti e non più utilizzabili a seguito dell'evento calamitoso.


    Tra le spese ammesse sono compresi inoltre i costi di trasporto, montaggio, smontaggio, nonché le spese di pulizia del sito produttivo e le spese per la rimozione e smaltimento dei detriti.
    Sono escluse tutte le spese non strettamente rientranti nelle sopra menzionate categorie.


    Per le prestazioni tecniche quali: progettazione, direzione lavori, etc., connesse con i danni di cui al punto 1, la relativa spesa è ammissibile a contributo nel limite del 10% dell'importo al netto dell'aliquota I.V.A. di legge dei lavori di ripristino dei danni relativi.


    Potrà essere ammessa a finanziamento per ciascuna impresa solamente una domanda di contributo, per localizzazione (ex provincia di appartenenza) delle sedi/unità operative danneggiate.
    Al massimo potranno essere ammesse a finanziamento pertanto 2 domande di contributo per ogni impresa se le sedi /unità locali danneggiate sono localizzate nelle 2 ex province di Pordenone e Udine.


    Sono ammissibili esclusivamente le spese sostenute - fatturate e pagate - dall’impresa beneficiaria, giustificate da fatture o da documenti probatori equivalenti regolarmente emessi agli effetti fiscali , pagati nel rispetto della normativa vigente, nonché debitamente quietanzati, dopo la presentazione della domanda di contributo ed entro il termine massimo previsto per la rendicontazione.


    Intensità del contributo
    L’agevolazione concedibile per ciascuna domanda consiste in un contributo a fondo perduto, in conto capitale sulle spese sostenute e ritenute ammissibili per gli investimenti di cui all’art. 6 del presente Bando nella percentuale massima dell’80%.


    L’importo della spesa ammessa a contributo deve essere almeno pari ad euro 4.000,00 IVA e analoghe imposte estere escluse.


    Il contributo massimo concedibile è pari ad euro 20.000,00.


    Il contributo concesso con il presente bando è cumulabile con altre agevolazioni di fonte pubblica, fino alla concorrenza del costo complessivo documentato; l’eventuale aiuto cumulato non potrà comunque superare l’ammontare del valore dei beni acquistati, detratti eventuali rimborsi assicurativi


    Scadenza e modalità di presentazione delle domande
    Le imprese interessate presentano domanda di contributo in bollo alla CCIAA di Pordenone-Udine, utilizzando, a pena di inammissibilità, la modulistica allegata al presente bando, pubblicata sui siti camerali
    www.ud.camcom.it 
    La domanda dovrà essere presentata:


    a partire dalle ore 09.00.00 del 01/12/2018 ed entro il 31/01/2019


    Le domande vanno esclusivamente inviate con la seguente modalità:



    • Posta elettronica certificata (PEC)

      Le domande e tutte le comunicazioni vanno inviate esclusivamente al seguente indirizzo:
      contributi.ud@pec.pnud.camcom.it  



    Non è ammessa la trasmissione di più domande di contributo con un unico invio di Posta Elettronica Certificata (PEC).


    La data e ora di inoltro della domanda sono determinati dalla data e ora del messaggio trasmesso a mezzo posta elettronica certificata (PEC), con in allegato la domanda di contributo, attestate dai dati di certificazione del messaggio, che sono documentati e certificati dal gestore del sistema pec dell'ente camerale all'ente medesimo



    Procedure


    I contributi sono concessi, secondo il procedimento valutativo a sportello, secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande fino a esaurimento dei fondi.


    Il termine per la concessione dell'incentivo è di 90 giorni – a meno delle interruzioni e sospensioni previste dal bando e dalla normativa vigente - dalla data di presentazione delle domande con Determinazione del Segretario Generale.


    Il contributo verrà erogato sulla base del rendiconto che l’impresa dovrà presentare entro 12 mesi, decorrenti dalla data di ricevimento della comunicazione del provvedimento di concessione.


    L’Ufficio Contributi inoltrerà le comunicazioni ai richiedenti anche a mezzo Posta Elettronica Certificata (PEC) o al numero di fax indicati dall’impresa in domanda o successivamente comunicati all’ufficio.

    Si ricordano inoltre gli obblighi di trasparenza in vigore dal 1 gennaio 2018 in base alla legge 4 agosto 2017 n. 124, art. 1 commi 125 e seguenti”
    In particolare per le imprese è previsto al comma 125 che:
    “omissis…Le imprese che ricevono sovvenzioni, contributi, incarichi retribuiti e comunque vantaggi economici di qualunque genere dalle pubbliche amministrazioni e dai soggetti di cui al primo periodo sono tenute a pubblicare tali importi nella nota integrativa del bilancio di esercizio e nella nota integrativa dell’eventuale bilancio consolidato. L’inosservanza di tale obbligo comporta la restituzione delle somme ai soggetti eroganti entro tre mesi dalla data di cui al periodo precedente. Omissis”


     


    Informazioni sul bando
    Imprese con sede destinataria dell'investimento localizzata nella ex provincia di Udine
    Ufficio Nuova Impresa e Innovazione
    Via Morpurgo 4 - 33100 Udine
    Tel. 0432 273539 273560 Fax 0432 509469
    e-mail: nuovaimpresa@ud.camcom.it
    Responsabile: Martina Urbani



    Istruttoria domande già presentate
    Imprese con sede destinataria dell'investimento localizzata nella ex provincia di Udine
    Ufficio Contributi
    Via Morpurgo 4 - 33100 Udine
    Tel. 0432 273829 Fax 0432 273299
    e-mail: contributi@ud.camcom.it
    Responsabile: Raffaella Del Bene




I vantaggi della PEC
Formazione sicurezza


  • Ebiter
  • Forte
  • Terziaria CAT
  • Servizi Imprese Udine
  • Servizi Imprese Udine