Fondo impresa femminile – domande a partire dal 5 maggio 2022

Facendo seguito alla news Fipe dello scorso 5 gennaio, si comunica che è stato emanato il Decreto Direttoriale 30 marzo 2022 del MISE, che stabilisce i termini e le modalità per la presentazione delle domande relative al “Fondo a sostegno dell’impresa femminile” di cui all’art. 1, commi 97 e ss. Legge n. 178/2020 (Legge di Bilancio 2021).

La misura si pone l’obiettivo di promuovere e sostenere l’avvio e il rafforzamento dell’imprenditoria femminile, la diffusione dei valori dell’imprenditorialità e del lavoro tra la popolazione femminile, nonché di massimizzare il contributo quantitativo e qualitativo delle donne allo sviluppo economico e sociale del Paese.

È bene considerare che è definita impresa femminile quella che presenta le seguenti caratteristiche:

  • la società cooperativa e la società di persone in cui il numero di donne socie rappresenta almeno il 60% della compagine sociale;
  • la società di capitali le cui quote di partecipazione spettino in misura non inferiore ai 2/3 a donne e i cui organi di amministrazione siano composti per la stessa misura di cui sopra da donne;
  • l’impresa individuale la cui titolare sia una donna;
  • la lavoratrice autonoma.

In particolare, oltre ad alcune azioni per la diffusione della cultura e la formazione imprenditoriale femminile (ad esempio nella scuole e nelle università), la misura prevede la concessione di agevolazioni a fronte di programmi di investimento per la costituzione, lo sviluppo o il consolidamento di imprese femminili nei settori, tra gli altri, del commercio, del turismo, nonché della fornitura di servizi in qualsiasi settore, prevedendo due diverse linee di intervento:

  • Incentivi per la nascita e lo sviluppo delle imprese femminili
    • Risorse disponibili: 47 milioni di euro (di cui 38,8 a valere sul PNRR)
    • Potenziali beneficiari: (i) imprese femminili costituite da meno di dodici mesi; (ii) lavoratrici autonome in possesso della partita IVA aperta da meno di dodici mesi; (iii) persone fisiche che intendono costituire una nuova impresa femminile
    • Forma e misura delle agevolazioni: le agevolazioni assumono la sola forma del contributo a fondo perduto per un importo massimo pari a: (i) 80% delle spese ammissibili e comunque fino a euro 50.000, per i programmi di investimento che prevedono spese ammissibili non superiori a euro 100.000; (ii) 50% delle spese ammissibili, per i programmi di investimento che prevedono spese ammissibili superiori a euro 100.000 e fino a euro 250.000
    • Termine per la presentazione della domanda: la compilazione della domanda, è possibile dalle ore 10:00 del 5 maggio 2022 e la presentazione a partire dalle ore 10:00 del 19 maggio 2022
  • Incentivi per lo sviluppo e il consolidamento delle imprese femminili
    • Risorse disponibili: 146,8 milioni di euro (di cui 121,2 a valere sul PNRR)
    • Potenziali beneficiari: (i) imprese femminili costituite da almeno dodici mesi; (ii) lavoratrici autonome in possesso della partita IVA aperta da almeno dodici mesi
    • Forma e misura delle agevolazioni: le agevolazioni assumono la forma sia del contributo a fondo perduto sia del finanziamento agevolato e sono articolate come di seguito indicato: (i) per le imprese femminili costituite da non più di 36 mesi, le agevolazioni sono concesse fino a copertura dell’’80% delle spese ammissibili, in egual misura in forma di contributo a fondo perduto e in forma di finanziamento agevolato; (ii) per le imprese femminili costituite da oltre 36 mesi, le agevolazioni sono concesse come al punto precedente in relazione alle spese di investimento, mentre le esigenze di capitale circolante sono agevolate nella forma del contributo a fondo perduto
    • Termine per la presentazione della domanda: la compilazione della domanda è possibile dalle ore 10:00 del 24 maggio 2022 e la presentazione a partire dalle ore 10:00 del 7 giugno 2022.

Per entrambe le linee di intervento, le domande dovranno essere compilate esclusivamente per via elettronica, utilizzando la procedura informatica che sarà messa a disposizione sul sito di invitalia. Le domande di agevolazione saranno valutate da Invitalia secondo l’ordine cronologico di presentazione, sulla base della data e dell’orario di invio telematico risultante dalla ricevuta di presentazione rilasciata dalla procedura informatica.

Per ulteriori informazioni di dettaglio, consulta l’elenco delle spese ammissibili e per ricevere assistenza contatta la Fipe-Confcommercio a cui sei associato.

Torna all'elenco

In primo piano

Come trattare con i clienti stranieri

Oltre 60 milioni di turisti stranieri arrivano in Italia ogni anno, e visitano molte zone del nostro Paese, oltre alle tradizionali città d’arte. Pertanto, le imprese dei servizi che vogliono offrire la migliore esperienza d’acquisto (e massimizzare…

Prossima apertura Bando FRI-Tur anno 2024 – misura PNRR rivolta ad…

E’ stato pubblicato sul sito del Ministero del Turismo l’Avviso Pubblico 7 maggio 2024 Prot. 0013142/24 relativo all’apertura del Bando Fondo rotativo imprese per il sostegno alle imprese e gli investimenti di sviluppo FRI.Tur 2024. Questa misura…

30 GIUGNO 2024 PROSSIMA SCADENZA OBBLIGO PUBBLICAZIONE DATI TRASPARENZA

Ricordiamo che il prossimo 30 giugno 2024 è il termine per adempiere agli obblighi di trasparenza delle erogazioni pubbliche ricevute nell’anno precedente (quindi nel 2023) superiori complessivamente ad € 10.000. E’ ormai da diversi anni che la…

CCIAA Pordenone-Udine: invito a evento su Arbitrato – 22 maggio 2024,…

Si informa che il prossimo 22 maggio alle ore 14:30 - in modalità on line - si terrà l'evento di presentazione della Convenzione stipulata nel dicembre 2023 tra questa Camera di Commercio e CAM Milano. Accanto alla mediazione, l’arbitrato da lungo…