CREDITO D’IMPOSTA IN FAVORE DELLE STRUTTURE RICETTIVE

CREDITO D’IMPOSTA IN FAVORE DELLE STRUTTURE RICETTIVE

 esistenti alla data del  1° gennaio 2012

per le spese sostenute dal 1° gennaio 2020 al 6 novembre 2021

Il Ministero del Turismo – con Avviso Pubblico del 26 maggio 2022 – ha comunicato le modalità applicative per l’accesso alla piattaforma online per la concessione e l’autorizzazione alla fruizione del credito d’imposta in favore delle strutture ricettive esistenti alla data del 1° gennaio 2012, di cui all’art. 79 DL 104/2020, convertito con modificazioni dalla Legge 126/2020.

 

Alle strutture ricettive esistenti alla data del 1° gennaio 2012

è riconosciuto un credito d’imposta nella misura del 65%

delle spese sostenute dal 1° gennaio 2020 al 6 novembre 2021

entro il limite massimo di € 200.000

riconosciuto nei limiti delle risorse disponibili pari a € 380 milioni

 

Per struttura ricettiva ammessa al credito di imposta si intende:

  1. la “struttura alberghiera”, quale struttura aperta al pubblico, a gestione unitaria, con servizi centralizzati che fornisce alloggio, eventualmente vitto ed altri servizi accessori, in camere situate in uno o più edifici. Tale struttura è composta da non meno di sette camere per il pernottamento degli ospiti. Sono strutture alberghiere gli alberghi, i villaggi albergo, le residenze turistico-alberghiere, gli alberghi diffusi, nonché quelle individuate come tali da specifiche normative regionali;
  2. le strutture che svolgono attività agrituristica (di seguito “agriturismo”), come definita dalla legge 20 febbraio 2006, n. 96, e dalle pertinenti norme regionali;
  1. gli stabilimenti termali di cui all’art. 3 Legge 323/2000;
  2. le strutture ricettive all’aria aperta, ossia le strutture aperte al pubblico, a gestione unitaria, allestite ed attrezzate su aree recintate destinate alla sosta e al soggiorno di turisti, quali i villaggi turistici, i campeggi, i campeggi nell’ambito delle attività agrituristiche, i parchi di vacanza, le strutture organizzate per la sosta e il pernottamento di diportisti all’interno delle proprie unità da diporto ormeggiate nello specchio acqueo appositamente attrezzato, nonché quelle individuate come tali da specifiche normative regionali.

 

per interventi di:

  • manutenzione straordinaria
  • restauro e di risanamento conservativo
  • ristrutturazione edilizia
  • eliminazione delle barriere architettoniche
  • incremento dell’efficienza energetica
  • adozione di misure antisismiche
  • acquisto di mobili e componenti d’arredo
  • realizzazione di piscine termali, per i soli stabilimenti termali
  • acquisizione di attrezzature e apparecchiature necessarie per lo svolgimento delle attività termali,

per i soli stabilimenti termali

 

Le domande possono essere compilate e presentate

  • dalle ore 12.00 del giorno 13 giugno 2022
  • alle ore 12.00 del giorno 16 giugno 2022

previa autenticazione SPID, CIE o CNS accedendo alla piattaforma dedicata

si ricorda che il link di accesso alla piattaforma sarà pubblicato

il giorno 9 giugno 2022.

 

L’istanza dovrà essere compilata dal rappresentante legale del soggetto richiedente, come risultante dal Registro delle imprese e firmata – unitamente agli allegati – digitalmente.

 

Ciascuna impresa può presentare una sola domanda di incentivo per una sola struttura ricettiva oggetto di intervento.

 

L’agevolazione è concessa a ciascuna impresa nel rispetto dei limiti e delle condizioni di cui al regolamento (UE) n. 1407/2013 e alla comunicazione della Commissione europea del 19 marzo 2020, C(2020) 1863, ‘Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19’, e successive modificazioni, e comunque fino all’importo massimo di 200 mila euro.

 

Il credito di imposta è alternativo e non cumulabile con altri contributi, sovvenzioni e agevolazioni pubblici concessi per gli stessi interventi e non concorre alla formazione del reddito ai fini delle imposte sui redditi, e del valore della produzione, ai fini dell’imposta regionale sulle attività produttive.

 

Le risorse sono assegnate secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande; entro 60 giorni dal termine di presentazione delle domande il Ministero comunica all’impresa il riconoscimento dell’importo del credito d’imposta effettivamente spettante, oppure il diniego dell’agevolazione.

 

Per comodità si Allega:

  • decreto interministeriale prot. 3934 del 17.3.2022
  • avviso pubblico prot. 6854 del 26.5.2022
  • All 1 Domanda di agevolazione
  • All 2 Quadro riassuntivo
  • All 3 Modelli utili alla richiesta delle informazioni antimafia
  • All 4 Oneri informativi

 

 

 

Allegati

Torna all'elenco

In primo piano

POS Obbligatorio: dal 30 Giugno doppia sanzione per chi rifiuta la carta

POS Obbligatorio: dal 30 Giugno doppia sanzione per chi rifiuta la carta Vi ricordiamo che dal 30 giugno 2022 le attività commerciali che non accetteranno pagamenti in formato elettronico saranno soggette a sanzioni. La sanzione prevista è di 30…

Musica d’ambiente – Disdetta Accordo tra Siae e Soundreef Lea

VENERDÌ 1° LUGLIO, scadranno gli accordi tra Siae e LEA/Soundreef . Confcommercio, insieme a FIPE e Federalberghi ha incontrato AGCOM e il Ministero della Cultura, per riferire tutte le problematiche di una liberalizzazione che si è…

Confcommercio Professioni Talks – Giovedì 7 Luglio Ore 18.00

Evento in presenza Gratuito Giovedì 7 Luglio 2022 - Ore 18.00  Villa Otellio de Carvalho - Manzano (UD)  Nell'occasione sarà presentata la nuova convenzione stipulata tra Confcommercio Udine e Innolva Spa. Questa convenzione…

Aggiornamenti protocolli di contrasto al Covid

Confcommercio ha partecipato all’incontro promosso dal Ministro del lavoro con tutte le parti sociali, cui hanno preso parte anche i Ministeri della Salute e dello Sviluppo Economico, nonché l’INAIL. L’incontro odierno seguiva a quello del 4 maggio…

Allegati