Assistenza sanitaria integrativa; il Fondo FAST e la contribuzione per l’annualità 2019/2020

FAST è il Fondo di assistenza sanitaria integrativa per i dipendenti da aziende del settore turismo (alberghi, affittacamere, bed-and-breakfast, campeggi, residence, altre strutture ricettive, porti turistici, etc.).

Soggetti beneficiari. Al Fondo sono obbligatoriamente iscritti i lavoratori dipendenti assunti a tempo indeterminato, inclusi gli apprendisti con l’esclusione dei lavoratori con qualifica di quadro, che sono iscritti alla Cassa di assistenza sanitaria quadri (QuAS).

L’iscrizione di lavoratori dipendenti assunti con contratto a tempo determinato di durata iniziale superiore a tre mesi è consentita, a condizione che il lavoratore ne faccia richiesta all’azienda per iscritto all’atto dell’assunzione, assumendo a proprio carico l’intero onere relativo ai periodi dell’anno non lavorati ed autorizzando la trattenuta del relativo importo dalle competenze di fine rapporto.

 

Contribuzione e modalità di versamento. La contribuzione dovuta al Fondo è pari a 12 euro mensili per ciascun lavoratore, di cui 10 euro a carico datore di lavoro e 2 euro a carico del lavoratore. Il datore di lavoro è tenuto a versare anche la quota a carico del lavoratore, che verrà trattenuta mensilmente dalla busta paga.

In vista dell’inizio della prossima annualità contributiva (1° luglio 2019 – 30 giugno 2020), il sistema informativo del Fondo provvederà a calcolare i contributi dovuti per l’intera annualità. Le aziende sono invitate a verificare ed eventualmente aggiornare le anagrafiche azienda e dipendenti all’interno della propria area riservata del sito www.fondofast.it.

Per poter accedere all’area riservata, ogni azienda dovrà indicare come “Username” la propria matricola INPS (quella che viene utilizzata per i versamenti con F24). In caso di primo accesso alla nuova piattaforma, l’azienda potrà ottenere la nuova password utilizzando la funzione “Recupera Password”.

L’Agenzia delle entrate, su richiesta dell’INPS, ha istituito la causale contributo “FAST”, per la riscossione, tramite il modello F24, dei contributi per il finanziamento del Fondo. La nuova modalità di versamento dei contributi mensile posticipata è una possibilità che si aggiunge a quella attualmente vigente (pagamento annuale anticipato attraverso MAV), che rimane attiva per le aziende che vorranno continuare a utilizzarla. Pertanto, il pagamento dei contributi per l’annualità 2019/2020 potrà essere effettuato, a scelta dell’azienda, mediante il modello MAV o mediante il modello F24.

Le aziende che preferiscano continuare a versare in maniera annuale anticipata con MAV, dovranno espressamente richiederne l’emissione all’interno della propria area riservata del sito di FAST e provvedere al pagamento entro il 31 maggio. Le aziende che intendano iniziare a versare in maniera mensile posticipata con F24, potranno farlo a partire da luglio 2019, con pagamento da effettuarsi entro il 16 agosto e così per le mensilità successive.

Si evidenzia che il modello F24 può essere utilizzato esclusivamente per il pagamento dei contributi correnti e delle quote di iscrizione. Eventuali somme relative ai periodi pregressi (debiti contributivi, somme aggiuntive, interessi di mora, etc.) dovranno continuare ad essere versate mediante MAV.

Torna all'elenco

In primo piano

Mittelfest e Mittelyoung 2024

Anche quest'anno, l'associazione Mittelfest - festival multidisciplinare di teatro, musica, danza e circo di riferimento per l'area Centro-europea e balcanica con sede a Cividale del Friuli, unendo linguaggi, generi e stili diversi -, con cui…

Terziario del Nordest alle prese con l’illegalità: preoccupano furti,…

Livelli di sicurezza Il 17,9% delle imprese del terziario di mercato del Nord Est ha percepito un peggioramento dei livelli di sicurezza nel 2023. Il valore è inferiore al dato Italia pari al 18,9%. I furti, l’usura, le aggressioni e violenze, gli…

ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA PER LE IMPRESE ENTRO IL 31 DICEMBRE 2024 CONTRO…

L’art. 1 - commi da 101 a 111 - della Legge di Bilancio 2024 (Legge 213/2023) introduce l’obbligo per tutte le imprese - entro il 31 dicembre 2024 - a stipulare contratti di assicurazione a copertura dei danni cagionati da calamità naturali ed eventi…

Come trattare con i clienti stranieri

Oltre 60 milioni di turisti stranieri arrivano in Italia ogni anno, e visitano molte zone del nostro Paese, oltre alle tradizionali città d’arte. Pertanto, le imprese dei servizi che vogliono offrire la migliore esperienza d’acquisto (e massimizzare…