Nuove imprese a tasso zero

Incentivo che sostiene le micro e piccole imprese composte in prevalenza o totalmente

da giovani tra i 18 e i 35 anni oppure da donne di tutte le età.

 

Il Ministero dello sviluppo economico (MISE) ha definito i termini e le modalità di presentazione delle domande di agevolazione per la nuova imprenditorialità giovanile e femminile (D.Lgs. 185/2000) con propria circolare n. 117378 dell’8 aprile 2021.

La misura ha l’obiettivo di sostenere, su tutto il territorio nazionale, la creazione e lo sviluppo di micro e piccole imprese a prevalente o totale partecipazione giovanile o femminile, attraverso migliori condizioni per l’accesso al credito e la concessione di contributi a fondo perduto (Decreto 4 dicembre 2020 del MISE pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 21 del 27 gennaio 2021).

 

Le domande si possono presentare a partire dal 19 maggio 2021

e devono essere compilate esclusivamente per via elettronica, utilizzando la procedura informatica messa a disposizione nel sito internet del Soggetto gestore INVITALIA – Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa SpA

Gli incentivi sono concessi sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello ed assumono le forme di finanziamento agevolato e contributo a fondo perduto.

Le iniziative ammissibili devono prevedere programmi di investimento in settori quali il turismo, il commercio, i servizi e la produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato e della trasformazione dei prodotti agricoli.

Le agevolazioni sono dirette a imprese:

  • costituite da non più di 60 mesi alla data di presentazione della domanda;
  • di micro e piccola dimensione;
  • costituite in forma societaria;
  • in cui la compagine societaria sia composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da soggetti di età compresa tra i 18 e i 35 anni ovvero da donne.

Possono accedere alle agevolazioni anche le persone fisiche che intendono costituire una nuova impresa purché – entro i termini stabiliti – facciano pervenire tutta la documentazione necessaria a comprovare l’avvenuta costituzione ed il possesso dei requisiti richiesti per l’accesso alle agevolazioni.

Le agevolazioni hanno regole e modalità differenti a seconda che si tratti di imprese costituite da non più di 36 mesi o da almeno 36 mesi e da non più di 60 mesi e sono sotto forma di :

  • finanziamento agevolato – a tasso zero – della durata massima di dieci anni
  • contributo a fondo perduto, per un importo complessivamente non superiore al 90% della spesa ammissibile.
  • per le imprese costituite da non più di 36 mesi, è previsto un finanziamento ad un tasso pari a zero della durata massima di dieci anni e un contributoa fondo perduto per un importo complessivamente non superiore al 90% della spesa ammissibile. In particolare, questo contributo può essere concesso fino ad un massimo del 20% delle spese relative a macchinari, impianti ed attrezzature, programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione, brevetti e licenze d’uso

La parte concessa nella forma di finanziamento agevolato deve essere pari ad almeno il 50% delle agevolazioni complessivamente concesse.

Queste imprese possono presentare progetti di investimento fino a 1,5 milioni di euro per realizzare nuove iniziative o sviluppare attività esistenti nei settori manifatturiero, servizi, commercio e turismo.

  • per le imprese costituite da più di 36 mesi e da non più di 60 mesi, è previsto un finanziamento ad un tasso pari a zero della durata massima di dieci anni e un contributo a fondo perduto per un importo complessivamente non superiore al 90 per cento della spesa ammissibile. La quota di aiuto non potrà superare il 15% del totale delle spese relative a macchinari, impianti ed attrezzature, programmi informatici, brevetti, licenze e marchi.

Queste imprese possono presentare progetti che prevedono spese per investimento fino a 3 milioni di euro per realizzare nuove iniziative o ampliare, diversificare o trasformare attività esistenti, nei settori manifatturiero, servizi, commercio e turismo.

In caso di esaurimento delle risorse finanziarie destinate al contributo a fondo perduto, le agevolazioni sono concesse nella sola forma di finanziamento agevolato.

I programmi di investimento devono terminare entro 24 mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento; la data di ultimazione del programma coincide con quella dell’ultimo titolo di spesa ammissibile esposto.

Ogni domanda di agevolazione deve essere correlata a un solo programma di investimento. Uno stesso programma non può essere suddiviso in più domande di agevolazione.

 

https://www.invitalia.it/cosa-facciamo/creiamo-nuove-aziende/nuove-imprese-a-tasso-zero

Allegati

Torna all'elenco

In primo piano

Patto Cafc-Confcommercio contro lo spreco dell’acqua – Flyer in tre…

Cafc, in collaborazione con Confcommercio Udine, lancia la campagna informativa nei territori turistici per un corretto utilizzo dell’acqua in questa fase di perdurante siccità. L’iniziativa si concretizza con un flyer in tre lingue (italiano,…

Nutrinform Battery: arriva l’app che tutela la salute dei consumatori e le…

NUOVA ETICHETTA E APP, PER AIUTARE I CONSUMATORI A MANGIARE EQUILIBRATO E FARE ACQUISTI CONSAPEVOLI Sana alimentazione e attività fisica sono le chiavi del benessere psico-fisico. Eppure, orientarsi tra le migliori scelte da compiere a…

Registro delle opposizioni: ora anche per i cellulari. Ecco come ci si…

Il Registro pubblico delle opposizioni è un sistema istituito nel febbraio del 2011 per impedire alle compagnie di pescare il nostro numero negli elenchi telefonici e di disturbarci in continuazione con chiamate pubblicitarie e attività di…

Patto di collaborazione tra Confcommercio Fida e Udine Mercati

Confcommercio Fida (Federazione italiana dettaglianti dell’alimentazione) e Udine Mercati avviano una collaborazione mirata a risolvere alcune criticità emerse in particolare sul fronte della viabilità in piazzale dell’Agricoltura. «Abbiamo…

Allegati