Sede

Attività sindacale

Confcommercio è partner delle aziende

Confcommercio è partner delle aziende e ne rappresenta con forza i diritti e gli interessi tramite tutte le sue rappresentanze, in contatto costante con il territorio e con le differenti categorie merceologiche.

  • Ogni giorno si impegna a difendere gli imprenditori associati e a promuovere il tessuto economico.
  • Ogni giorno nelle proprie sedi opera per la risoluzione dei problemi e la gestione delle aziende associate.
  • Ogni giorno interviene sulle istituzioni del territorio provinciale per rappresentare e tutelare migliaia di imprese.

News

  • Riapertura iscrizioni al Registro delle imprese storiche italiane - anno 2019

    Data pubblicazione: 18/06/2019 | Categorie: Area Sindacale, Attività sindacale


    La Camera di Commercio di Pordenone-Udine comunica che Unioncamere ha deciso di riaprire le iscrizioni al Registro delle imprese storiche per quelle attività che hanno compiuto 100 anni al 31 dicembre 2018.  Il bando consente alle imprese di iscriversi presso le singole Cciaa di competenza entro il 20.7.2019. Il Bando ed il modulo sono reperibili sul sito della Camera di commercio, al seguente link: http://www.ud.camcom.it/P42A4315C1449S63/Riapertura-iscrizioni-al-registro-delle-imprese-storiche-italiane---anno-2019.htm   Il Registro rappresenta uno strumento di valorizzazione delle imprese che, nella longevità ultracentenaria, testimoniano le trasformazioni e i caratteri più profondi di un’identità nazionale e territoriale, nonché la capacità di coniugare innovazione e tradizione, apertura al mondo e appartenenza alla comunità, luogo per eccellenza dove si costruisce e si conserva l’identità del sistema economico e imprenditoriale locale.  Info: http://www.unioncamere.gov.it/P48A0C0S738/Le-radici-del-futuro.htm

    continua


  • Contratti negoziati fuori dei locali commerciali e a distanza

    Data pubblicazione: 09/12/2013 | Categorie: Attività sindacale


    Il Consiglio dei Ministri ha approvato il provvedimento che recepisce nel nostro sistema legislativo la direttiva 2011/83.   Il provvedimento in questione interviene sul decreto legislativo 206/2005 - cd. Codice del consumo - sostituendo integralmente gli artt. dal 45 al 67, relativi alla disciplina dei contratti negoziati fuori dai locali commerciali, i contratti a distanza, il regime sanzionatorio comune e la speciale disciplina del diritto di recesso.   Con l’ausilio di maggiori informazioni precontrattuali verrà ora garantito un livello di protezione dei consumatori più elevato con tempi più lunghi per esercitare il diritto di recesso, che passa dagli attuali 10 giorni a 14.   Le disposizioni di recepimento della Direttiva dovrebbero entrare  in vigore (con la pubblicazione del relativo Decreto) non prima del mese di giugno del prossimo anno.

    continua


  • Autorizzazione unica ambientale

    Data pubblicazione: 20/11/2013 | Categorie: Attività sindacale


    Il Ministero dell' Ambiente ha emanato la circolare 7 novembre 2013, al fine di chiarire i punti interpretativi più controversi del DPR 59/13 che ha istituito l'autorizzazione unica ambientale.Si ricorda che l'autorizzazione unica ambientale incorpora ben sette tra comunicazioni e autorizzazioni che in precedenza i soggetti interessati dovevano chiedere singolarmente, introducendo tempi e modi di rilascio certi.Si riportano di seguito gli aspetti principali affrontati dalla circolare in commento.Ambito di applicazioneAl fine di chiarire se il D.P.R. 59/13 si applichi solo alle piccole e medie imprese non soggette ad AIA (autorizzazione integrata ambientale) o a tutti gli impianti non soggetti ad AIA, a prescindere dalle dimensioni, viene specificato che un impianto produttivo non sottoposto ad AIA, è soggetto ad AUA anche quando il gestore sia una grande impresa.Natura obbligatoria o facoltativa dell' AUAL'effetto sostitutivo ricollegato dal legislatore al rilascio di una autorizzazione unica rispetto ai singoli titoli abilitativi ricompresi nel suo ambito, fa si che la sua richiesta sia obbligatoria, in quanto diversamente verrebbe vanificata la finalità di semplificazione insita nell'AUA, che infatti intende ridurre gli oneri burocratici connessi alla gestione dell'attività d'impresa.   Viene precisato inoltre che vi è l'obbligo di fare richiesta dell'AUA quando l'impianto debba ottenere il rilascio, la formazione, il rinnovo o l'aggiornamento di almeno uno tra i sette titoli abilitativi contenuti nell'elenco di cui al D.P.R. 59/13 ad eccezione dei due casi seguenti:• il gestore non si avvale dell'AUA se l'impianto è soggetto soltanto a comunicazione o ad autorizzazione generale alle emissioni; • il gestore intende aderire alle autorizzazioni generali alle emissioni La richiesta dell'autorizzazione unica è sempre obbligatoria alla scadenza del primo dei titoli abilitativi contenuti nell'art. 3 del decreto, salvo che ricorra una delle due deroghe soprarichiamate.Casi particolariNel caso di impianto soggetto cumulativamente a comunicazioni e autorizzazioni di settore, alla scadenza della prima comunicazione deve essere presentata richiesta di AUA.   Se scade una autorizzazione di carattere generale e l'attività è soggetta anche a titoli abilitativi  di carattere autorizzatorio di settore, il gestore ha la facoltà di presentare  autonoma istanza di adesione all'autorizzazione di carattere generale, facendo domanda al Suap.  Seinfine l'attività è soggetta  unicamente a più comunicazioni o congiuntamente a comunicazioni e autorizzazioni di carattere generale, il gestore ha la facoltà e non l'obbligo di richiedere l'autorizzazione unica.Termine per la presentazione della prima domanda di AUALa circolare ha precisato che occorre rispettare i termini previsti dalla disciplina di settore del titolo in scadenza, per beneficiare della possibilità di continuare l'attività, anche in caso di mancata risposta, nei termini di legge, sulla richiesta di primo rilascio dell'AUA.  

    continua


Pagina precedente Pagina successiva

Contatti

ATTIVITÀ SINDACALE

Responsabile
Giovanni Ricardi di Netro
Tel. 0432.538617

Referenti
Ivano Movio
Tel. 0432.538742

Walter Piacentini
Tel. 0432.538783

Barbara Campana
Tel. 0432.538740

Ufficio soci

Referenti
Marinella Furlano
Tel. 0432.538770

Paolo Giacometti
Tel. 0432.538754

Per diventare Socio o per
assistenza sindacale compila
il modulo di richiesta.
Sarai contattato al più presto
dal nostro staff.