Sede

Accesso al credito e consulenza finanziaria

Le opportunità per i soci

Accesso al credito

Confcommercio Udine fornisce alle aziende informazioni e consulenze sulle più importanti opportunità per l’accesso al credito, assiste le aziende nelle richieste di agevolazione e nella partecipazione a bandi pubblici e fornisce risposte adeguate alle esigenze finanziarie delle imprese. Affianca l’azienda nella predisposizione di pratiche per tutte le tipologie di finanziamento compresi i contributi a fondo perduto sulla base di leggi regionali e nazionali. Ha un rapporto privilegiato con il Confidi Friuli che opera nel territorio del Friuli Venezia Giulia offrendo garanzie al sistema bancario per facilitare alle imprese l'ottenimento del credito.



News

  • Credito d’imposta per la riqualificazione delle strutture ricettive - ClickDay: termini, tempistiche

    Data pubblicazione: 22/01/2018 | Categorie: Accesso al credito


    Il Mibact ha comunicato termini, tempi e modalità per la presentazione delle istanze per l’accesso al credito d’imposta per la riqualificazione  delle strutture ricettive.    L’istanza va presentata esclusivamente online insieme all’attestazione di effettività delle spese sostenute, attraverso il Portale dei Procedimenti  La registrazione il legale rappresentante dell’impresa non ancora iscritto  deve registrarsi sul Portale dei Procedimenti;La compilazione  deve essere effettuata esclusivamente  dalle 10.00 del 25 gennaio 2018 - alle 16.00 del 19 febbraio 2018; Click day: le domande si possono inviare esclusivamente  dalle 10.00 del 26 febbraio 2018 - alle 16.00 del 27 febbraio 2018. Per problemi attinenti al procedimento è attiva la mail: taxcreditriqualificazione@beniculturali.itPer problemi riguardanti aspetti tecnici o informatici è attiva la mail:procedimenti@beniculturali.it

    continua


  • CONTRIBUTO PER LA RIMOZIONE E LO SMALTIMENTO DI AMIANTO DA EDIFICI DI PROPRIETA’ DI IMPRESE

    Data pubblicazione: 22/01/2018 | Categorie: Accesso al credito


    La domanda di contributo deve essere presentata al Servizio disciplina gestione rifiuti e siti inquinati della Direzione centrale ambiente ed energia - dal 1° al 28 febbraio utilizzando esclusivamente il modello allegato al regolamento. Beneficiari: a)  le micro, piccole e medie imprese in possesso dei requisiti definiti dall’Allegato I del Regolamento (CE) 17 giugno 2014 n. 651/2014/UE (Regolamento della Commissione che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato interno in applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato) pubblicato nella G.U.U.E. 26 giugno 2014, n. L 187; b)  le grandi imprese. Non possono beneficiare dei contributi: a)  le imprese in stato di scioglimento o liquidazione volontaria nonché quelle sottoposte a procedure concorsuali, quali fallimento, liquidazione coatta amministrativa, concordato preventivo, amministrazione controllata o straordinaria; b)  le imprese che non rispettano le norme vigenti in materia di sicurezza sul lavoro; c)  le imprese destinatarie di sanzioni interdittive ai sensi dell’articolo 9, comma 2 del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231 (Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica, a norma dell'articolo 11 della legge 29 settembre 2000, n. 300); d)  le aziende che gestiscono servizi pubblici locali.   Spese ammissibili Sono ammissibili a contributo le seguenti spese da sostenere successivamente alla presentazione della domanda: a)  spese necessarie alla rimozione, al trasporto e allo smaltimento dei materiali contenenti amianto, ivi comprese quelle inerenti l’approntamento delle condizioni di lavoro in sicurezza b)  spese relative ad analisi di laboratorio c)  le spese per la redazione del piano di lavoro di cui all’articolo 256 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 (Attuazione dell’articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro) d)  le spese connesse all’attività di certificazione di cui all’articolo 41 bis della legge regionale 20 marzo 2000 n. 7 (Testo unico delle norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso) per l’importo massimo di 500,00 euro   Importo del contributo a) per le micro-imprese: 50% della spesa riconosciuta ammissibile - max € 15.000 b) per le piccole e medie imprese: 40% della spesa riconosciuta ammissibile - max € 30.000 c)  per le grandi imprese: 30% della spesa riconosciuta ammissibile-  max € 40.000  

    continua


  • MONTAGNA: CONTRIBUTO PER RIDUZIONE DEI MAGGIORI COSTI NEL COMMERCIO

    Data pubblicazione: 19/01/2018 | Categorie: Accesso al credito


    DI CHE COSA SI TRATTA :  Per favorire la riduzione dei maggiori costi dovuti allo svantaggio localizzativo degli esercenti che operano nell’ambito dei territori dei comuni montani in cui la popolazione non superi i 3.000 abitanti, la Regione interviene a sostegno degli oneri sostenuti dalle imprese commerciali, ivi compresi i pubblici esercizi e i soggetti che gestiscono l’attività di distribuzione dei carburanti in montagna nei limiti del regime di aiuto de minimis. Ricordiamo che entro il 28 febbraio vanno presentate le redicontazione delle domande presentate nel 2017 e dal primo gennaio al 30 aprile possono essere presentate le domande per il 2018. Vedi link - http://www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/economia-imprese/montagna/FOGLIA18/

    continua


Pagina precedente Pagina successiva

Contatti

Area Credito

Referente
Lina Colaone
Tel. 0432.538767