Prevenzione incendi strutture ricettive

Il Decreto Legge 30.12.2013 n.150 “Milleproroghe” all’articolo 11,
ha prorogato al 31 dicembre 2014 il termine per completare l’adeguamento
alle disposizioni di prevenzione incendi per le strutture ricettive
con oltre 25 posti letto, esistenti alla data di entrata in vigore del
DM 9.4.1994, che siano in possesso dei requisiti per l’ammissione al
piano straordinario biennale di adeguamento antincendio di cui al DM
16.3.2012 e successive modificazioni (il Governo, su sollecitazione del
Presidente della Repubblica, ha deciso di far decadere il D.L. 126/2013,
recuperando parte del suo contenuto in uno specifico provvedimento di
proroga termini).

Nel provvedimento non è invece stata inserita, per estraneità della
materia, la delega al Ministero dell’interno a semplificare i
requisiti prescritti dalla regola tecnica di prevenzione incendi di
cui al DM 9.4.1994, in particolare per le strutture ricettive fino a
50 posti letto.

Torna all'elenco

In primo piano

POS Obbligatorio: dal 30 Giugno doppia sanzione per chi rifiuta la carta

POS Obbligatorio: dal 30 Giugno doppia sanzione per chi rifiuta la carta Vi ricordiamo che dal 30 giugno 2022 le attività commerciali che non accetteranno pagamenti in formato elettronico saranno soggette a sanzioni. La sanzione prevista è di 30…

Musica d’ambiente – Disdetta Accordo tra Siae e Soundreef Lea

VENERDÌ 1° LUGLIO, scadranno gli accordi tra Siae e LEA/Soundreef . Confcommercio, insieme a FIPE e Federalberghi ha incontrato AGCOM e il Ministero della Cultura, per riferire tutte le problematiche di una liberalizzazione che si è…

Confcommercio Professioni Talks – Giovedì 7 Luglio Ore 18.00

Evento in presenza Gratuito Giovedì 7 Luglio 2022 - Ore 18.00  Villa Otellio de Carvalho - Manzano (UD)  Nell'occasione sarà presentata la nuova convenzione stipulata tra Confcommercio Udine e Innolva Spa. Questa convenzione…

Aggiornamenti protocolli di contrasto al Covid

Confcommercio ha partecipato all’incontro promosso dal Ministro del lavoro con tutte le parti sociali, cui hanno preso parte anche i Ministeri della Salute e dello Sviluppo Economico, nonché l’INAIL. L’incontro odierno seguiva a quello del 4 maggio…