Sede

News

Informazioni e notizie per essere sempre aggiornati

  • Figisc Confcommercio su stop al bonus carburanti: a rischio 240 milioni di tributi

    Data pubblicazione: 27/03/2015


    Lo stop agli sconti sui carburanti? Tra Iva e accise, una perdita di 240 milioni di euro per l’erario statale, di cui 42 per la Regione Fvg. La stima è dell’ufficio studi di Figisc Confcommercio che già oggi valuta in 120 milioni (21 per le casse regionali) la perdita legata al fenomeno del pendolarismo del pieno. In sostanza, se dovessero decadere subito o dopo un periodo di phasing-out i contributi della legge regionale 14/2010, l’area della evasione raddoppierebbe.«Partendo dall’attuale gap dei prezzi con i Paesi confinanti – fa sapere il presidente regionale di Figisc Confcommercio Bruno Bearzi –, vale a dire 28 centesimi in più della Slovenia, di cui il 75% dovuto alle maggiori imposte italiane, e da 33 a 38 centesimi in più dell’Austria, di cui l’84% ancora a causa delle maggiori imposte italiane, l’area in cui diventerebbe conveniente, nonostante il costo dello spostamento, approvvigionarsi fuori dai confini nazionali, si estenderebbe fino a circa 50 km dai valichi, con una intensità del fenomeno del pendolarismo tanto più alta quanto minore è la distanza dal confine. Di fatto tenderebbero a zero i volumi delle vendite nelle aree territoriali prossime al confine, che già hanno avuto emorragie di erogati del 60-70% rispetto ai tempi della zona franca». http://www.udinetoday.it/economia/allarme-tributi-stop-benzina-agevolata-confcommercio.html   http://www.ansa.it/friuliveneziagiulia/notizie/2015/03/26/benzine-confcommercio-fvg-da-stop-sconti-perdita-42-mln_c094ccd2-6e3a-4455-800f-cf228e9bd37c.html   http://udine.diariodelweb.it/udine/articolo/?nid=20150326_337164   http://www.ilfriuli.it/articolo/Economia/Sconto_carburanti_a_rischio-points-_il_Friuli_Venezia_Giulia_trema/4/141353

    continua


  • Etichettatura: richiamo ai produttori - fornitori da parte di Federmoda Italia

    Data pubblicazione: 26/03/2015


    Si informa che, in collaborazione con il proprio consulente legale,  Federazione Moda Italia è intervenuta nei confronti di alcuni fornitori, in particolare del settore calzature, con una lettera di richiamo al rispetto della normativa sull’etichettatura, invitando gli stessi produttori/fornitori ad attivarsi, nell’interesse generale, ad osservare la normativa vigente in materia e ad evitare di inviare altre comunicazioni atte a demandare proprie responsabilità agli operatori commerciali. La nostra associazione è a disposizione per qualsiasi approfondimento e per l’eventuale organizzazione di incontri sul tema e per la realizzazione di KIT SOS Etichettatura. Per info: sindacale@ascom.ud.it  

    continua


  • Circolare sulle nuove aliquote INPS gestione separata

    Data pubblicazione: 23/03/2015 | Categorie: Rapporti di Lavoro


    NUOVE ALIQUOTE INPS GESTIONE SEPARATA IN VIGORE DAL 01/01/2015Allo scopo di consentirvi di compiere un pronto monitoraggio sulle eventuali notulepresentatevi da collaboratori occasionali e altri soggetti, pagate a decorrere dal 1° gennaio2015, diamo conto delle disposizioni introdotte dall’art. 10-bis, D.L. n. 192/2014 (cd. DecretoMilleproroghe), convertito dalla L. 27 febbraio 2015 n. 11, pubblicata sulla GU n. 49 del 28febbraio 2015.L’istituto ha fornito indicazioni mediante la Circolare n. 58/2015, rettificando le indicazioniprecedentemente fornite con la circolare n. 27/2015. (vedi allegato)

    continua


  • LynkTeam seleziona imprese per testare "Tap Food"

    Data pubblicazione: 18/03/2015


    LynkTeam Srls,  azienda appena costituita a Friuli Innovazione, sta selezionando microimprese (in particolare pizzerie, kebab, paninoteche o ristoranti) per illustrare e dar loro la possibilità di testare gratuitamente la soluzione software innovativa TapFood, prima che essa venga lanciata sul mercato, in un’ottica collaborativa.  TapFood - che ha vinto la fase nazionale della competizione di idee di business europea di Profis - si compone di un software gestionale completo ed ottimizzato per le imprese del settore ristorazione a prezzi competitivi, integrato con un sistema innovativo di ordinazione online tramite un’App per gli utenti finali. Grazie alle collaborazioni instaurate, ed in corso di realizzazione con GTN, Bluenergy, Molino Moras e Packaging in Italy, aderendo a TapFood, le imprese si garantiscono inoltre un pacchetto di ore formative gratuite per camerieri e cuochi, nonché interessanti scontistiche nell'acquisto e manutenzione di registratori di cassa, nelle forniture di energia elettrica, gas, farina, cartoni per le pizze e packaging.Per maggiori informazioni vi invitiamo a contattare il responsabile commerciale di LynkTeam o a visionare il sito tap-food, Mauro Germani: 347-75 33 741.

    continua


  • Settimana europea delle PMI

    Data pubblicazione: 18/03/2015


    La Commissione europea ha lanciato la settima edizione della Settimana europea delle PMI, il progetto che si svolge in 37 Paesi e mira a promuovere lo spirito imprenditoriale. Possono essere incluse nella settimana le manifestazioni, organizzate da organizzazioni di imprese, fornitori di servizi alle imprese e autorità nazionali, regionali e locali, che saranno effettuate nel corso dell’anno, sino al 31 dicembre 2015. Nell’ambito della Settimana europea potranno essere realizzati: conferenze, seminari, percorsi formativi, fiere, concorsi, giornate porte aperte in azienda, eventi on-line, ecc. Scopo dell’iniziativa è di:- fornire informazioni sui diversi tipi di sostegno offerto dall'UE e dalle autorità nazionali, regionali e locali alle micro, piccole e medie imprese- promuovere l'imprenditorialità per incoraggiare le persone, in particolare i giovani, ad optare per una carriera d'imprenditore- dare un riconoscimento agli imprenditori per il loro contributo al benessere, all'occupazione, all'innovazione e alla competitività in Europa.Per partecipare occorre registrare il proprio evento (termine ultimo il 30 novembre) sul sito della Commissione. La pagina web, già attivata per la registrazione, non si presenta ancora nella sua veste definitiva ed è disponibile, per il momento, solo in lingua inglese. L’evento principale avrà luogo insieme con l’Assemblea delle PMI e la cerimonia di premiazione degli European Enterprise Promotion Awards dal 19 al 20 novembre 2015, in Lussemburgo. Non è previsto alcun sostegno finanziario per la realizzazione delle iniziative ma il progetto è di grande impatto mediatico, in quanto consente la partecipazione ad un network istituzionale europeo. La Commissione europea metterà a disposizione degli organizzatori degli eventi inclusi nella “Settimana europea delle PMI” un logo e del materiale promozionale e di comunicazione. A livello europeo opera un Gruppo di coordinatori nazionali del quale fanno parte, la Dr.ssa Paola Ghia (e-mail:paola.ghia@mise.gov.it ), in rappresentanza del MISE.

    continua


  • Fatturazione elettronica, opportunità per le imprese

    Data pubblicazione: 09/03/2015


    Più efficienza e meno costi. La fatturazione elettronica può essere il primo passo di stimolo per una più ampia digitalizzazione del sistema produttivo. Con un piccolo investimento l’obbligo del 31 marzo può essere trasformato in un’opportunità per l’impresa. L’onorevole Paolo Coppola, presidente del Tavolo permanente per l'innovazione e l'Agenda digitale, ha condiviso con le imprese di Confcommercio Udine il percorso di un approccio convinto all’era della fatturazione elettronica. Dal 31 marzo scatta infatti l’obbligo per le imprese che forniscono beni e servizi alla pubblica amministrazione.
Una rivoluzione che cambierà radicalmente i rapporti tra Pa e fornitori, consentendo di crescere in consapevolezza e controllo della spesa pubblica e alle Pmi di scoprire l’efficienza del digitale, la semplicità della procedura e di risparmiare una cifra che, secondo le stime del Politecnico di Milano, sarà di 20 miliardi per il sistema Paese. Con la scadenza ormai vicina, Coppola ha illustrato agli associati di Confcommercio il processo con cui si gestiscono l’emissione, l’invio, la tenuta e la conservazione a norma del documento fattura in formato esclusivamente elettronico. Un processo ispirato ai principi delladematerializzazione, dell’integrazione e della collaborazione, colonne portanti per affrontare la digitalizzazione di tutti i processi di business. L’obiettivo comune pubblico-privato, ha concluso Coppola, «è di colmare il gap che divide l'Italia dagli altri Paesi dell'Ue, che si traduce in una grande semplificazione della vita per imprese e cittadini».  

    continua


  • Più occupati in azienda con la Patente economica europea

    Data pubblicazione: 20/02/2015


    Si chiama Patente economica europea (European business competence licence, EBC*L) ed è una certificazione che attesta il possesso delle conoscenze economico-aziendali di base. Di fatto un “passaporto” per entrare più agevolmente nel mondo del lavoro Ue. Nella consapevolezza del valore aggiunto della formazione nel settore economico, Confcommercio Udine e Isis Stringher, sottoscrivono una convenzione triennale sulla Patente economica europea che prevede come prima tappa l’avvio di un corso (60 ore) dal lunedì al mercoledì dalle 19 alle 22 a partire dal 16 marzo nella sede di viale Monsignor Nogara a Udine (iscrizioni tel. 0432/538747, e-mail:formazione@terziariacat.ud.it). Dal punto di vista dell’associazione, spiega il presidente di Confcommercio provinciale Giovanni Da Pozzo, «ci pare la soluzione ideale per chi è alla ricerca della prima occupazione, per chi ha il problema di ricollocarsi sul mercato del lavoro ma anche per chi, pur avendo già un impiego o professione, desidera migliorare la propria posizione o la qualità del modo di lavorare. Può essere inoltre uno strumento idoneo alla verifica delle competenze del personale dipendente e di quello in corso di assunzione». Con questo accordo lo Stringher, aggiunge la dirigente dell’istituto Anna Maria Zilli, «rafforza il consolidato rapporto scuola-territorio mondo del lavoro quale volano dell’apprendimento. Con tale collaborazione rafforziamo la convinzione che l’istruzione, la formazione e  lo sviluppo sociale ed economico sono processi che devono stare assieme La patente economica è un programma di certificazione che fornisce a imprenditori, lavoratori, privati e studenti una attestazione delle competenze economico-aziendali che consente a chiunque di lavorare nel settore economico di qualunque paese aderente al progetto».   Vantaggi della certificazione EBC*L   Dal punto di vista dei datori di lavoro l'EBC*L è lo strumento più idoneo alla verifica delle competenze del personale dipendente e di quello in corso di assunzione: in particolare il possesso del titolo EBC*L certifica le conoscenze economico-aziendali anche dei non-professionisti del settore di qualsiasi età e qualificazione. I liberi professionisti e i titolari delle imprese si aspettano, sempre più, dai loro collaboratori, il possesso di conoscenze nel campo dell’economia-aziendale ed una mentalità imprenditoriale. Inoltre, da una recente statistica attinente alle domande relative alla formazione, si è constatato che la richiesta delle conoscenze base dell’economia aziendale è posizionata al secondo posto subito dopo le conoscenze informatiche Qui di seguito si riassumono, in breve, i motivi principali che possono far scegliere l’EBC*L:   -      Perché è un certificato che ha valore nell’Unione Europea -      Perché tale investimento accresce il proprio credito formativo ai fini dell'inquadramento nel mondo del lavoro -      Attesta le conoscenze e le competenze nel settore economico-aziendale sulla base di uno standard riconosciuto a livello internazionale -      Consente ai possessori del diploma EBC*L di avere un riconoscimento valido dovunque essi cerchino lavoro in Europa  

    continua


  • RINNOVO CARICHE CONFCOMMERCIO UDINE 2015

    Data pubblicazione: 15/01/2015


    Il Consiglio Provinciale dell’Associazione del Commercio, del Turismo, dei Servizi e Professioni della Provincia di Udine nel corso dell’ultima riunione ha deliberato sull’inizio dell’iter riguardante il rinnovo degli organi statutari , dei Consigli Mandamentali e di Gruppo dell’Associazione, ha nominato la Commissione Elettorale e ha conferito il mandato al Presidente di indire ufficialmente le elezioni. L’esercizio dei diritti elettorali attivi spetta soltanto ai soci in regola con il pagamento della quota associativa ordinaria dell’anno precedente rispetto a quello del rinnovo elettorale, come previsto nell’articolo 3 comma 1 del Regolamento Elettorale. Per candidarsi ed essere eletto il socio deve altresì rispettare quanto previsto dagli articoli n°6, 7 e 15 dello Statuto dell’Associazione.  Il socio è identificato con l’azienda, pertanto il diritto di voto può essere espresso solo dal titolare della stessa o in caso di società dal legale rappresentante o da un institore o da un procuratore generale. Medesimo principio vale per il candidato che, per essere eletto, può essere solo il titolare dell’azienda individuale o, per le società, il legale rappresentante o un institore o un procuratore generale. Il numero di componenti che formeranno i Consigli di Mandamento e di Gruppo sono stati calcolati in base all’articolo 5 del vigente Regolamento Elettorale, prendendo come base il numero dei soci alla data del 31 dicembre 2014. I soci che desiderano candidarsi nei Consigli di Mandamento o di Gruppo potranno scaricare le schede per la segnalazione delle candidature elettorali dal sito dell’Associazione (www.ascom.ud.it) oppure ritirarle presso la sede di Udine o gli uffici mandamentali. Le schede dovranno successivamente essere inoltrate all’attenzione della Commissione Elettorale tramite consegna a mano entro e non oltre il 31 gennaio 2015 all’Ufficio Soci dell’Associazione (sig.ra Marinella Furlano), tramite spedizione con raccomandata A.R. o tramite pec  confcommercioudine@ticertifica.it . Farà fede la data di invio dell’ufficio postale e della pec.

    continua


  • PRECURSORI DI ESPLOSIVI

    Data pubblicazione: 13/01/2015


    LE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI DETENZIONE, VENDITA E UTILIZZO DEI cd " PRECURSORI DI ESPLOSIVI".In distribuzione presso gli uffici di Confcommercio Udine il materiale divulgativo obbligatorio.E’ in vigore il Regolamento 98/2013 che disciplina l’uso e l'immissione sul mercato dei precursori di esplosivi. La finalità èquella di  regolamentare l'introduzione, la detenzione e l'uso di sostanze o miscele che potrebbero essere impropriamente utilizzate per la fabbricazione illecita di esplosivi, allo scopo di limitarne la disponibilità per i privati e di garantire l'adeguata segnalazione di transazioni sospette lungo l'intera catena di approvvigionamento. (segue in allegato)

    continua


  • Miglior gruppo giovani imprenditori Confcommercio 2014

    Data pubblicazione: 29/12/2014


    Il premio “Miglior gruppo di giovani imprenditori 2014” è andato quest’anno ai Giovani imprenditori delle province di Belluno, Bolzano,  Pordenone e Udine. Il riconoscimento viene assegnato annualmente da Confcommercio. “Siamo riusciti per la prima volta a realizzare un progetto interprovinciale che ha messo al centro la regionalità, la sostenibilità e la qualità”, spiegano soddisfatti i quattro presidente dei Giovani imprenditori, recentemente invitati a Roma a ritirare il premio assegnato all’iniziativa ideata dai quattro gruppi provinciali denominata “Un marchio di qualità per aziende in area Dolomiti Unesco”.   I giovani imprenditori delle quattro province appartenenti al comprensorio delle Dolomiti hanno sviluppato idee e progetti per l’incentivazione del locale settore del commercio e dei servizi nell’area dolomitica. “La situazione attuale ci costringe a elaborare nuove strategie comuni, e il patrimonio naturale che condividiamo rappresenta la piattaforma ideale per creare sinergie e collaborazione in rete”, raccontano Christian Giuliani(presidente Bolzano), Cristina del Favero (Belluno), Stefano Medici (Pordenone) ed Emanuele Gerardi (Udine). L’obiettivo del progetto è lo sviluppo di un marchio di qualità territoriale che permetta alle aziende coinvolte di distinguersi per la qualità del servizio e dell’offerta proposta.   Nel comprensorio delle Dolomiti sono insediate 425 aziende facenti capo alle quattro associazioni economiche provinciali. Si tratta perlopiù di imprese attive nel commercio al dettaglio, nei servizi turistici e nella gastronomia. La maggioranza di esse sono piccole aziende familiari fortemente radicate sul territorio e che, per mezzo del commercio di vicinato, offrono a residenti e ospiti una vasta offerta di beni e servizi.   “Queste aziende – sottolineano i presidenti dei Giovani imprenditori – si distinguono per la consulenza individuale, la qualità dei prodotti e servizi offerti nonché per la professionalità del servizio. La profonda connessione di tali imprese con il territorio, la popolazione e i molti ospiti crea un ponte verso le Dolomiti e i valori che tale patrimonio intende trasmettere”. Di qui la naturale conseguenza di coinvolgere queste aziende nel progetto.   Per mezzo delle aziende e delle persone che vi lavorano, l’obiettivo del progetto è di promuovere e trasmettere valori quali la sostenibilità, le specificità del territorio e le tradizioni tanto antiche quanto innovative, diventando veri e propri ambasciatori di questo straordinario comprensorio naturale. L’area, inoltre, offre buone premesse per l’insediamento e la creazione di imprese disposte a condividere tali valori.    

    continua