Sede
Sei in: News | Eventi | Comunicati » News


IL NATALE LUMINOSO E SOLIDALE DI CONFCOMMERCIO

Data pubblicazione: 20/11/2018

Una casetta in cui ospitare associazioni che rappresentano tutti gli aspetti del sociale, in modo da sensibilizzare la popolazione sulle malattie genetiche e quelle dei bambini, sul triste fenomeno della violenza sulle donne, sul benessere degli animali, su ambiente e solidarietà. L’iniziativa, dal titolo “Il Natale luminoso e solidale di Confcommercio”, vedrà l’associazione protagonista in piazza del Lionello, angolo via Cavour, grazie al contributo della Camera di Commercio di Pordenone e Udine, il cui intervento finanziario servirà anche per l’evento clou delle proiezioni sulle facciate del palazzo comunale e in direzione di Casa Cavazzini.


Le associazioni


Cinque le associazioni ospitate nella casetta del Natale di Confcommercio, progetto ideato dal gruppo Giovani. Si tratta del comitato di Udine della Croce Rossa Italiana, del comitato locale Fai, fondazione impegnata nella tutela e valorizzazione del patrimonio storico, artistico e paesaggistico, della LIFC FVG, onlus che si occupa della qualità della vita e delle cure dei pazienti con fibrosi cistica, di ZampaSuZampa-une Man par Lor, associazione di Martignacco attiva nella difesa e nel recupero degli animali d’affezione, di Zero Tolerance, servizio rivolto alle donne che subiscono violenze, maltrattamento e stalking.


Il programma


Il 23 novembre, giorno dell’accensione delle proiezioni luminose in Piazzetta Lionello sulle note del Copernicoro, il coro del liceo scientifico Niccolò Copernico di Udine, si terrà l’inaugurazione della casetta delle onlus, partendo dalle 18 alle 20, con la raccolta fondi di Confcommercio a favore della Carnia e del Sappadino, zone colpite dalla recente alluvione. Il 24 (dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20) e 25 (dalle 10 alle 12) sarà la volta di Zero Tolerance. Sabato 1 e domenica 2 dicembre ecco invece il gruppo Telethon di Confcommercio, mentre nel week-end successivo (8-9 dicembre) spazio alla LIFC FVG, il 15-16 a ZampaSuZampa, il 22-23 alla Croce Rossa Italiana e il 29 alla delegazione Fai.


Collaborazione con il teatro


Dalle 10 alle 13 di tutti i mercoledì (28 novembre, 5-12-19 dicembre), la casetta del Natale di Confcommercio funzionerà anche come biglietteria del Giovanni da Udine, in una rinnovata occasione di collaborazione con il teatro.


Gli sponsor


Agli sponsor istituzionali Camera di Commercio, Confidi Friuli e Fimaa Udine, si aggiungono Domus Gaia, Corpo Vigili Notturni e gruppo Illiria.


 


Il Natale luminoso e solidale di Confcommercio


23 novembre (17-20) Raccolta di fondi per gli alluvionati della Carnia e del Sappadino


24 novembre (10-13, 16-20) - 25 novembre (10-12) Zero Tolerance


1-2 dicembre (10-20) Gruppo Telethon Confcommercio


8-9 dicembre (10-20) LIFC, Lega italiana fibrosi cistica FVG


15-16 dicembre (10-20) ZampaSuZampa-une Man par Lor


22-23 dicembre (10-20) Croce Rossa Italiana


29 dicembre (10-20) Delegazione Fai, Fondo Ambiente Italiano di Udine


28 novembre – 5,12,19 dicembre (10-13) Biglietteria Teatro Giovanni da Udine


 


 


I protagonisti del sociale


 


Croce Rossa Italiana, associazione di promozione sociale, ha per scopo l'assistenza sanitaria e sociale sia in tempo di pace che in tempo di conflitto. Associazione di alto rilievo, è posta sotto l'alto patronato del Presidente della Repubblica. La C.R.I. fa parte del Movimento Internazionale della Croce Rossa. Nelle sue azioni a livello internazionale si coordina con il Comitato Internazionale della Croce Rossa, nei Paesi in conflitto, e con la Federazione Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa per gli altri interventi. Durante le due giornate del 22 e del 23 dicembre, il Comitato di Udine fornirà informazioni teoriche e pratiche sulle manovre salvavita in età adulta e pediatrica, dimostrazione dell’utilizzo del defibrillatore, informativa sulle attività istituzionali e reclutamento nuovi volontari, truccabimbi.


 


Fai (Fondo Ambiente Italiano) da sempre si occupa di tutelare e valorizzare il patrimonio storico, artistico e paesaggistico italiano lavorando per raggiungere tre principali obiettivi: prendersi cura di luoghi speciali del nostro paese, educare alla conoscenza ed all’amore dei beni storico-artistici e paesaggistici d’Italia e vigilare sulla tutela del patrimonio paesaggistico italiano. Proprio in base a questi principi la delegazione Fai di Udine aderisce con entusiasmo all’iniziativa “Il Natale luminoso e solidale di Confcommercio”. I volontari della Delegazione di Udine accompagneranno i visitatori in un percorso “con il naso all’insù” in centro città in orari stabiliti. I tour sono a libera adesione con un contributo consigliato a partire da 3 euro che verrà devoluto a favore della popolazione del Fvg colpita dai recenti eventi alluvionali.


 


LIFC (Lega italiana fibrosi cistica Fvg), su richiesta del Centro fibrosi cistica, collabora anche quest’anno al progetto “Screening al portatore”. È anche attivo l’aiuto a una ragazza paziente con il contributo alle spese per gli studi universitari ed è stata stanziata una cospicua somma per la ricerca da versare allo Ierfc (Istituto europeo ricerca fibrosi cistica). Le offerte raccolte vengono impiegate per diversi scopi: ricerca scientifica sia a livello regionale che nazionale, aiuto alle famiglie con malati con particolari bisogni, borse studio-lavoro, acquisto attrezzature per il Centro fibrosi cistica del Fvg con sede al Burlo di Trieste, borse di studio a giovani ricercatori e a personale qualificato da inserire nel Centro, aggiornamenti a medici, infermieri, fisioterapisti che operano nella struttura. L’8 e il 9 dicembre la Lifc si occuperà della raccolta fondi a favore dei pazienti affetti da fibrosi cistica e a favore delle famiglie dei pazienti affetti dalla fibrosi cistica che necessitano di supporti medici ed assistenza burocratica per le pratiche di invalidità e disabilità previste dalla Legge, inoltre farà conoscere la mascotte nazionale della Lega italiana fibrosi cistica, un pelouche portachiavi di 9 cm ed un pupazzo con la forma di un uccellino, un Martin pescatore fabbricato dalla nota azienda Trudi.


 


ZampaSuZampa-une Man par Lor è un’associazione di volontariato senza fini di lucro, con sede nel “Di Cane in Gatto catdog café” di Martignacco, costituita nel marzo 2016 da persone che hanno deciso di impiegare parte del proprio tempo, le proprie conoscenze e a volte anche il proprio denaro per la tutela, il recupero e il benessere degli animali d’affezione abbandonati, maltrattati o provenienti da una vita di stenti. In meno di tre anni l’associazione ha recuperato, curato, sterilizzato e dato in azione circa mille gatti e varie decine di cani. Nel sito (www.zampasuzampa.it) e nella pagina Facebook (zampasuzampaonlus) si possono reperire informazioni sull’attività svolta e sugli eventi in programma; appelli, foto, notizie su animali scappati/ritrovati/in cerca di adozione; curiosità sugli animali in generale. Nelle giornate del 15 e 16 dicembre i volontari saranno presenti per illustrare le attività dell’associazione e delle educatrici faranno attività di pet teraphy e dimostrazioni con i cani.


 


Zero Tolerance è un servizio attivato dall’amministrazione comunale nel 1998. Nel 1999 è stato aperto il primo sportello telefonico e il numero verde – 800531135 – attivo 24 ore su 24, mentre dal 2001 offre ospitalità temporanea nelle case rifugio a donne a rischio di letalità e dal 2013 è attivo un servizio di reperibilità delle operatrici in funzione della pronta accoglienza residenziale d’emergenza. Il servizio parte da una presa di posizione che potrebbe apparire scontata se non fosse continuamente disattesa: la violenza c’è, occorre vederla. Un fenomeno trasversale, presente in tutte le classi sociali, indipendentemente dall’età delle donne e dall’appartenenza a un particolare gruppo nazionale, culturale o religioso. Il servizio si rivolge in via prioritaria a donne che subiscono violenze, maltrattamento e stalking, offrendo loro: ascolto telefonico per fornire le prime informazioni; accoglienza in sede su appuntamento; percorsi di sostegno psicologico e sociale anche con l’ausilio di mediatrici culturali; prima consulenza legale in ambito civile e penale; gruppi di mutuo aiuto; ospitalità temporanea nelle case rifugio per donne con o senza figli/e minori. Nel weekend del 24 e 25 novembre le volontarie presenteranno l’attività del progetto.


 

Immagini / Video

Guarda tutte le foto

Download