Sede
News | Eventi | Comunicati » Eventi e iniziative


Sportland: La Mappa del Sapore sposa lo sport

Data pubblicazione: 29/03/2018


L’enogastronomia nel territorio dello sport. È l’abbinata della Mappa del Sapore di Sportland. Il vicepresidente provinciale di Confcommercio Alessandro Tollon, dopo quelle di Udine, Lignano e Cividale-Cormons, lancia la nuova guida dei locali di ristorazione del territorio, legandola all’iniziativa che punta a valorizzare l’economia e il turismo dell’area Pedemontana e dell’Alto Friuli grazie a molteplici discipline sportive: dal tiro con l’arco alla mountain bike fino all’orienteering sull’altopiano di Monte Prat. E ancora l’ippica a Moggio Udinese e Buja, gli sport nautici sul Lago dei Tre Comuni, il tiro a segno nel poligono di Tolmezzo, l’arrampicata sportiva nelle palestre di Gemona, Osoppo, Villa Santina, Verzegnis, Trasaghis, Cavazzo Carnico, l’atletica sulle piste di Tolmezzo e Gemona, il volo libero sui cieli di Artegna, Montenars, Bordano, Trasaghis, Gemona e Alto Friuli, il canyoning a Chiusaforte, la pesca nei laghi e nei torrenti.
È il contesto di “Gemona città dello sport e del benstare”, sede non a caso della presentazione del volume. «A Gemona – spiega Tollon – c’è la vocazione per lo sport, in particolare per l’atletica. Un amico di Usain Bolt, Wayde Van Niekerk, ha ricordato gli allenamenti gemonesi per raccontare il record mondiale sui 400 metri».


La Mappa del Sapore di Sportland, traduzione in tedesco e inglese, 10mila copie stampate, veste grafica di Emporio Adv di Enrico Accettola, racchiude il meglio dell’offerta culinaria di Bordano, Buja, Chiusaforte, Forgaria, Gemona, Moggio, Montenars, Nimis, Osoppo, Resiutta, Tarcento, Tolmezzo, Trasaghis, Venzone, Verzegnis e Villa Santina. Una rassegna (33 locali tra ristoranti, trattorie, agriturismo, osterie con cucina ed enoteche) della ristorazione del Medio-Alto Friuli attraverso un format, sottolinea Tollon, «che ci ha visto distribuire nelle precedenti edizioni quasi 300mila volumi».


«Nel turismo di oggi l’enogastronomia è un fondamentale elemento di attrazione – sottolinea il presidente della Camera di Commercio Giovanni Da Pozzo –: quello che conta è offrire qualità. La Mappa del Sapore, in questa originale escursione sportiva, rimane un progetto di identificazione del territorio che unisce le diverse realtà della cucina in una festa per il palato, alla riscoperta di sapori antichi in gustose rielaborazioni moderne».


La Mappa del Sapore di Sportland dettaglia tipologia, orari di apertura, turni di chiusura, presenza di giardino esterno, climatizzatore e parcheggi, numero di coperti, prezzi, copertura wi-fi dei locali aderenti. Contestualmente alla nuova pubblicazione è anche possibile scaricare il testo all’indirizzo www.mappadelsapore.it. Come la versione cartacea, l’online è pure in lingua tedesca e inglese. Il volume verrà distribuito da Tarvisio a Lignano passando per Udine, soprattutto durante le manifestazioni sportive.


Sponsor del progetto, con la Camera di Commercio, sono Gruppo Pittini, Fantoni, Assicurazioni Generali, Fondazione Friuli, Dolomia e Iob Silvano & C. concessionaria Audi VW.


 


 





News
  • Premio Libero Grassi dedicata al Tema delle Estorsioni e al Senso di Appartenenza

    Iscrizioni entro il 28 febbraio

    Fra i primi impegni di Confcommercio per la legalità e la sicurezza, c’è, sin dal 2009, il sostegno al “Premio Libero Grassi”, ideato dalla Cooperativa Solidaria in accordo con la famiglia dell’imprenditore palermitano assassinato dalla mafia per essersi ribellato alle estorsioni.


     


    https://www.confcommercio.it/-/confcommercio-per-la-legalita-e-la-sicurezza-premio-libero-grassi-introduzione


     


    Il concorso di quest’anno, che è giunto alla XV edizione, rivolto come sempre alle scuole di ogni ordine e grado, è articolato su due livelli distinti. Agli studenti si propone di cimentarsi con un argomento complesso ma stimolante quale l’identità e l’appartenenza, e con il tema delle estorsioni.


    La scadenza per l’iscrizione da parte delle scuole è il 28 febbraio; entro l’8 marzo dovranno essere trasmessi gli elaborati, secondo le modalità previste dal bando.


    Il primo spunto “Noi chi? Riflessioni sul senso di appartenenza dei giovani nell’attuale contesto sociale“ potrà essere declinato attraverso articoli, approfondimenti, lettere, etc.;Per concorrere invece affrontando il tema "Contro il racket, per la libertà dell’impresa e dei consumatori” gli studenti potranno partecipare con canzoni inedite (musica e testo) o sceneggiature di uno spot video (testo accompagnato da un eventuale storyboard).


    E’ consentita la partecipazione ad entrambe le sezioni anche con più elaborati.


     


    Le scuole dovranno iscriversi entro il 28.02.2019 (http://www.premioliberograssi.com/index.php/it/il-premio/premio-libero-grassi-2019-xv-edizione) e trasmettere gli elaborati entro e non oltre l’8.03.2019 secondo le modalità previste dal bando (http://www.premioliberograssi.com/images/documenti/PLG2019-presentazione-A4-def-compressed.pdf )


     


    Le scuole primarie o secondarie di primo grado che dovessero risultare vincitrici riceveranno un premio in denaro del valore di euro 1.000 (mille) che dovrà essere destinato esclusivamente all’acquisto di attrezzature didattiche. Le scuole secondarie di secondo grado che dovessero risultare vincitrici saranno premiate con un viaggio di “turismo responsabile” della durata di 3 giorni/2 notti per un gruppo di 25 persone (studenti+docenti), per far conoscere luoghi, realtà e storie dell'impegno sociale antimafia in Sicilia.


    A maggio si svolgerà a Palermo la cerimonia di premiazione.


     


    Alle estorsioni è dedicato il secondo episodio della web serie di Confcommercio “Il Titolare” https://iltitolare.confcommercio.it/movie/estorsione/

  • Tax Credit Riqualificazione Credito d’imposta per ristrutturazione alberghi e strutture ricettive

    Premesso che dal 1° gennaio 2019 le funzioni in materia di Turismo sono state trasferite Al Ministero delle politiche agricole e alimentari, forestali e del turismo - MIPAAFT

    Il Decreto n. 598/2017, tra le varie cose, ha individuato le strutture ricettive beneficiarie, gli interventi ammissibili al beneficio, le soglie massime di spesa agevolabile, i criteri di verifica/accertamento dell’effettività delle spese sostenute, la procedura per l’ammissione delle spese e per il relativo riconoscimento/utilizzo, la procedura di recupero in caso di utilizzo illegittimo del credito d’imposta oltre alle modalità per garantire il rispetto del limite massimo di spesa.

    La COMPILAZIONE DELL’ISTANZA si potrà effettuare esclusivamente sul Portale dei procedimenti del Ministero dalle ore 10.00 del 21 febbraio 2019 alle ore 16.00 del 21 marzo 2019. A breve l’azienda interessata potrà procedere a compilare l’istanza con la relativa attestazione di effettività delle spese sostenute


    INVIO DOMANDE - CLICK DAY dalle ore 10.00 del 3 aprile 2019 alle ore 16.00 del 4 aprile 2019
    Si ricorda che il riconoscimento del credito d’imposta avviene secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande e nei limiti dell’importo complessivo messo a disposizione dallo stato.


    Sono ammesse a credito d’imposta le strutture ricettive: alberghi, villaggi albergo, residenze turistico-alberghiere, alberghi diffusi, nonché quelle individuate come tali dalle specifiche normative regionali.


    Gli interventi ammessi a beneficio sono:



    • manutenzione straordinaria, restauro / risanamento conservativo / ristrutturazione edilizia (art. 3, comma 1, lett b) - c) e d) DPR n. 380/2001)

    • l’eliminazione delle barriere architettoniche (ex L. 13/89 e DM 236/89)

    • l’incremento dell’efficienza energetica

    • l’adozione di misure antisismiche


     


    Sono ammesse anche le spese per l’acquisto di mobili e componenti d’arredo, a condizione che il beneficiario non ceda a terzi, né destini a finalità estranee all’attività i beni oggetto degli investimenti prima dell’8° periodo d’imposta successiva.


     


    Il totale delle spese ammissibili è limitato alla somma di € 307.692,30


     


    Il credito d’imposta viene riconosciuto nella misura del 65% delle spese sostenute fino ad un massimo di € 200.000 in quanto l’agevolazione è concessa in regime “de minimis” Reg. UE n. 1407/2013