Sede
News | Eventi | Comunicati » Eventi e iniziative


Sportland: La Mappa del Sapore sposa lo sport

Data pubblicazione: 29/03/2018


L’enogastronomia nel territorio dello sport. È l’abbinata della Mappa del Sapore di Sportland. Il vicepresidente provinciale di Confcommercio Alessandro Tollon, dopo quelle di Udine, Lignano e Cividale-Cormons, lancia la nuova guida dei locali di ristorazione del territorio, legandola all’iniziativa che punta a valorizzare l’economia e il turismo dell’area Pedemontana e dell’Alto Friuli grazie a molteplici discipline sportive: dal tiro con l’arco alla mountain bike fino all’orienteering sull’altopiano di Monte Prat. E ancora l’ippica a Moggio Udinese e Buja, gli sport nautici sul Lago dei Tre Comuni, il tiro a segno nel poligono di Tolmezzo, l’arrampicata sportiva nelle palestre di Gemona, Osoppo, Villa Santina, Verzegnis, Trasaghis, Cavazzo Carnico, l’atletica sulle piste di Tolmezzo e Gemona, il volo libero sui cieli di Artegna, Montenars, Bordano, Trasaghis, Gemona e Alto Friuli, il canyoning a Chiusaforte, la pesca nei laghi e nei torrenti.
È il contesto di “Gemona città dello sport e del benstare”, sede non a caso della presentazione del volume. «A Gemona – spiega Tollon – c’è la vocazione per lo sport, in particolare per l’atletica. Un amico di Usain Bolt, Wayde Van Niekerk, ha ricordato gli allenamenti gemonesi per raccontare il record mondiale sui 400 metri».


La Mappa del Sapore di Sportland, traduzione in tedesco e inglese, 10mila copie stampate, veste grafica di Emporio Adv di Enrico Accettola, racchiude il meglio dell’offerta culinaria di Bordano, Buja, Chiusaforte, Forgaria, Gemona, Moggio, Montenars, Nimis, Osoppo, Resiutta, Tarcento, Tolmezzo, Trasaghis, Venzone, Verzegnis e Villa Santina. Una rassegna (33 locali tra ristoranti, trattorie, agriturismo, osterie con cucina ed enoteche) della ristorazione del Medio-Alto Friuli attraverso un format, sottolinea Tollon, «che ci ha visto distribuire nelle precedenti edizioni quasi 300mila volumi».


«Nel turismo di oggi l’enogastronomia è un fondamentale elemento di attrazione – sottolinea il presidente della Camera di Commercio Giovanni Da Pozzo –: quello che conta è offrire qualità. La Mappa del Sapore, in questa originale escursione sportiva, rimane un progetto di identificazione del territorio che unisce le diverse realtà della cucina in una festa per il palato, alla riscoperta di sapori antichi in gustose rielaborazioni moderne».


La Mappa del Sapore di Sportland dettaglia tipologia, orari di apertura, turni di chiusura, presenza di giardino esterno, climatizzatore e parcheggi, numero di coperti, prezzi, copertura wi-fi dei locali aderenti. Contestualmente alla nuova pubblicazione è anche possibile scaricare il testo all’indirizzo www.mappadelsapore.it. Come la versione cartacea, l’online è pure in lingua tedesca e inglese. Il volume verrà distribuito da Tarvisio a Lignano passando per Udine, soprattutto durante le manifestazioni sportive.


Sponsor del progetto, con la Camera di Commercio, sono Gruppo Pittini, Fantoni, Assicurazioni Generali, Fondazione Friuli, Dolomia e Iob Silvano & C. concessionaria Audi VW.


 


 





News
  • Modalità di pagamento dell'accisa

    Modalità di pagamento dell'accisa su alcuni prodotti, relative alle
    immissioni in consumo avvenute nel periodo dal 1° al 15 del mese di
    dicembre 2018.
    E' in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto del
    Ministro dell'Economia e delle Finanze del 6 dicembre 2018, con il
    quale sono determinate, per l'anno 2018, le modalità ed i termini di
    pagamento dell'accisa su alcuni prodotti energetici, sull'alcole
    etilico e sulle bevande alcoliche, relativamente alle immissioni in
    consumo avvenute nel periodo dal 1° al 15 del mese di dicembre 2018.
    In particolare, ai sensi dell'art. 1 del suddetto decreto, i pagamenti
    dell'accisa sull'alcole etilico, sulle bevande alcoliche e sui
    prodotti energetici diversi dal gas naturale, dal carbone, dalla
    lignite e dal coke, relativi alle immissioni in consumo effettuate nel
    periodo dal 1° al 15 del mese di dicembre 2018, sono effettuati, nel
    medesimo anno, entro:
    il 18 dicembre, se eseguiti con l'utilizzo del modello unificato F24,
    di cui all'art. 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, con
    esclusione della compensazione di eventuali crediti;
    il 27 dicembre, se eseguiti direttamente in tesoreria o tramite conto
    corrente postale.

  • Chiarezza sul pane. Orlandi (Confcommercio Udine): «La nostra regione ha fatto da modello»

     Il gruppo Panificatori di Confcommercio provinciale di Udine, con il suo presidente Pierluigi Orlandi, plaude al Decreto interministeriale 131 che fa definitiva chiarezza sul pane a vantaggio dei consumatori. Nel testo si precisa infatti che va denominato come «fresco» il pane preparato secondo un processo di produzione continuo, privo di interruzioni finalizzate al congelamento o surgelazione, ad eccezione del rallentamento del processo di lievitazione, privo di additivi conservanti e di altri trattamenti aventi effetto conservante. Inoltre si dovrà intendere per «panificio» la sola impresa che dispone di impianti di produzione di pane ed eventualmente altri prodotti da forno e assimilati o affini e svolge l’intero ciclo di produzione dalla lavorazione delle materie prime alla cottura finale. Di qui l’obbligo di porre in vendita il prodotto con una dicitura aggiuntiva che ne evidenzi il metodo di conservazione utilizzato. «Siamo orgogliosi – sottolinea Orlandi – che una norma proposta dai panificatori di questa regione oltre 12 anni fa oggi sia legge nazionale, a vantaggio dei consumatori che potranno acquistare il pane correttamente informati e di tutti i fornai italiani che potranno finalmente valorizzare pienamente il proprio lavoro».