Sede
News | Eventi | Comunicati » Eventi e iniziative


Sportland: La Mappa del Sapore sposa lo sport

Data pubblicazione: 29/03/2018


L’enogastronomia nel territorio dello sport. È l’abbinata della Mappa del Sapore di Sportland. Il vicepresidente provinciale di Confcommercio Alessandro Tollon, dopo quelle di Udine, Lignano e Cividale-Cormons, lancia la nuova guida dei locali di ristorazione del territorio, legandola all’iniziativa che punta a valorizzare l’economia e il turismo dell’area Pedemontana e dell’Alto Friuli grazie a molteplici discipline sportive: dal tiro con l’arco alla mountain bike fino all’orienteering sull’altopiano di Monte Prat. E ancora l’ippica a Moggio Udinese e Buja, gli sport nautici sul Lago dei Tre Comuni, il tiro a segno nel poligono di Tolmezzo, l’arrampicata sportiva nelle palestre di Gemona, Osoppo, Villa Santina, Verzegnis, Trasaghis, Cavazzo Carnico, l’atletica sulle piste di Tolmezzo e Gemona, il volo libero sui cieli di Artegna, Montenars, Bordano, Trasaghis, Gemona e Alto Friuli, il canyoning a Chiusaforte, la pesca nei laghi e nei torrenti.
È il contesto di “Gemona città dello sport e del benstare”, sede non a caso della presentazione del volume. «A Gemona – spiega Tollon – c’è la vocazione per lo sport, in particolare per l’atletica. Un amico di Usain Bolt, Wayde Van Niekerk, ha ricordato gli allenamenti gemonesi per raccontare il record mondiale sui 400 metri».


La Mappa del Sapore di Sportland, traduzione in tedesco e inglese, 10mila copie stampate, veste grafica di Emporio Adv di Enrico Accettola, racchiude il meglio dell’offerta culinaria di Bordano, Buja, Chiusaforte, Forgaria, Gemona, Moggio, Montenars, Nimis, Osoppo, Resiutta, Tarcento, Tolmezzo, Trasaghis, Venzone, Verzegnis e Villa Santina. Una rassegna (33 locali tra ristoranti, trattorie, agriturismo, osterie con cucina ed enoteche) della ristorazione del Medio-Alto Friuli attraverso un format, sottolinea Tollon, «che ci ha visto distribuire nelle precedenti edizioni quasi 300mila volumi».


«Nel turismo di oggi l’enogastronomia è un fondamentale elemento di attrazione – sottolinea il presidente della Camera di Commercio Giovanni Da Pozzo –: quello che conta è offrire qualità. La Mappa del Sapore, in questa originale escursione sportiva, rimane un progetto di identificazione del territorio che unisce le diverse realtà della cucina in una festa per il palato, alla riscoperta di sapori antichi in gustose rielaborazioni moderne».


La Mappa del Sapore di Sportland dettaglia tipologia, orari di apertura, turni di chiusura, presenza di giardino esterno, climatizzatore e parcheggi, numero di coperti, prezzi, copertura wi-fi dei locali aderenti. Contestualmente alla nuova pubblicazione è anche possibile scaricare il testo all’indirizzo www.mappadelsapore.it. Come la versione cartacea, l’online è pure in lingua tedesca e inglese. Il volume verrà distribuito da Tarvisio a Lignano passando per Udine, soprattutto durante le manifestazioni sportive.


Sponsor del progetto, con la Camera di Commercio, sono Gruppo Pittini, Fantoni, Assicurazioni Generali, Fondazione Friuli, Dolomia e Iob Silvano & C. concessionaria Audi VW.


 


 





News
  • Confcommercio 50&Più premia 44 Maestri del commercio. Riconoscimento a passione e professionalità.

    Passione, professionalità, territorialità. Sono i tre valori fondamentali del piccolo commercio rimarcati dal presidente della Cciaa e di Confcommercio provinciale di Udine Giovanni Da Pozzo in occasione della premiazione dei Maestri del commercio, tradizionale riconoscimento promosso dal 1975 dalla 50&Più, l’associazione che opera per la promozione sociale degli over 50.


    Da Pozzo, ringraziando il presidente di 50&Più Aldo Sbaiz, ricorda il valore economico e sociale del terziario e, rivolto ai premiati, alcuni dei quali con oltre 50 anni di attività a servizio dei paesi del Friuli, sottolinea «l’esperienza, da non disperdere e ignorare, di una generazione che, come nessun’altra, ha vissuto cambiamenti epocali dal dopoguerra all’era digitale. Persone – aggiunge – che presidiano il territorio svolgendo un ruolo di prossimità indispensabile, un capitale umano e sociale, oltre che economico, di cui possiamo andare orgogliosi».


    La cerimonia si è svolta nella sala ricevimenti della Terrazza a Mare, alla presenza anche della vicepresidente nazionale della 50&Più Marina Gruden Vlach, con il presidente Renato Borghi che ha mandato un messaggio di saluto ed elogio alla truppa dei 44 premiati. «Una ormai tradizionale giornata di festa – rimarca Sbaiz – che rinsalda appartenenze e legami con la comunità». A sfilare sono state 13 aquile di diamante (oltre 50 anni di attività), 24 d’oro (oltre 40 anni) e 7 d’argento (oltre 25 anni).


     


    Di seguito l’elenco dei premiati:


    Aquila d’argento: Francesca Borgnolo e Lietta Gardel di Udine, Maria Boscaini, Danisa Fagotto e Luigi Fanotto di Lignano, Bernardino Di Bernardo di Flaibano, Italia Straulino di Paluzza.


    Aquila d’oro: Cristina Andretta, Eliseo Bianchin, Luigi Della Mora, Luigi Gini, Grazia Mestre, Ornella Ongaro di Lignano, Daniela Baldin, Laura Mauro, Vito Moratto, Aurelio Specogna, Alberto e Luigino Tonizzo di Rivignano, Enzo Cella di Forni di Sopra, Anna Rosa Cignolini, Gino Sambucco e Mattia Savonitto di Codroipo, Gianfranco Margutti di Grimacco, Rita Mattiazzi di Artegna, Adelina Mesaglio, Mario Nitta e Remo Spada di Udine, Walter Plozner di Paluzza, Tiziana Romanin di Forni Avoltri, Marcello Zanon di Remanzacco.


    Aquila di diamante: Bruno Bertuzzi di Pocenia, Gabriella Gini, Luciano Venturato, Edda, Luigino e Marino Bidin di Lignano, Franco Casali di Prato Carnico, Cesare Comuzzi e Bruno Tamos di Latisana, Albano e Battista Muser di Paluzza, Giorgio Polo di Ravascletto, Lorenzo Savonitto di Codroipo.


     

  • Legalità mi piace

    Compila il questionario sulla legalità, per dare un prezioso contributo per denunciare e contrastare l'illegalità e la criminalità.