Sede
News | Eventi | Comunicati » Eventi e iniziative


PROGETTO: ADOTTA UNA VETRINA, ADDOBBA LA TUA CITTÀ

Data pubblicazione: 18/11/2018


A tutte le aziende della città di Udine: anche quest'anno in occasione delle festività natalizie il Gruppo Giovani Imprenditori di Confcommercio Udine presenta "Adotta una Vetrina" iniziativa finalizzata a stimolare l’animazione, la vivibilità e la fruizione, anche in tema commerciale, degli spazi urbani del centro di Udine.

Questo progetto è finalizzato alla valorizzazione degli spazi commerciali vuoti che si trovano nel centro cittadino e che creano una discontinuità nello spazio urbano, con luoghi bui o poco illuminati e a volte soggetti a degrado e con evidenti danni “commerciali” alle altre attività contermini.

L’intento del gruppo Giovani Imprenditori di Confcommercio è quello di “valorizzare” questi spazi rendendoli luminosi e accattivanti per le persone che passeggiano in centro e anche per l’eventuale imprenditore interessato al locale (sfitto o non utilizzato).

Se sei il proprietario di un immobile che potrebbe essere destinato a questo progetto per la “valorizzazione” degli spazi commerciali “sfitti” del centro di Udine oppure sei interessato a diventare lo sponsor di questa bella iniziativa, puoi contattare il numero 327.8948033 oppure inviare una mail a sindacale@ascom.ud.it.








News
  • Premio Libero Grassi dedicata al Tema delle Estorsioni e al Senso di Appartenenza

    Iscrizioni entro il 28 febbraio

    Fra i primi impegni di Confcommercio per la legalità e la sicurezza, c’è, sin dal 2009, il sostegno al “Premio Libero Grassi”, ideato dalla Cooperativa Solidaria in accordo con la famiglia dell’imprenditore palermitano assassinato dalla mafia per essersi ribellato alle estorsioni.


     


    https://www.confcommercio.it/-/confcommercio-per-la-legalita-e-la-sicurezza-premio-libero-grassi-introduzione


     


    Il concorso di quest’anno, che è giunto alla XV edizione, rivolto come sempre alle scuole di ogni ordine e grado, è articolato su due livelli distinti. Agli studenti si propone di cimentarsi con un argomento complesso ma stimolante quale l’identità e l’appartenenza, e con il tema delle estorsioni.


    La scadenza per l’iscrizione da parte delle scuole è il 28 febbraio; entro l’8 marzo dovranno essere trasmessi gli elaborati, secondo le modalità previste dal bando.


    Il primo spunto “Noi chi? Riflessioni sul senso di appartenenza dei giovani nell’attuale contesto sociale“ potrà essere declinato attraverso articoli, approfondimenti, lettere, etc.;Per concorrere invece affrontando il tema "Contro il racket, per la libertà dell’impresa e dei consumatori” gli studenti potranno partecipare con canzoni inedite (musica e testo) o sceneggiature di uno spot video (testo accompagnato da un eventuale storyboard).


    E’ consentita la partecipazione ad entrambe le sezioni anche con più elaborati.


     


    Le scuole dovranno iscriversi entro il 28.02.2019 (http://www.premioliberograssi.com/index.php/it/il-premio/premio-libero-grassi-2019-xv-edizione) e trasmettere gli elaborati entro e non oltre l’8.03.2019 secondo le modalità previste dal bando (http://www.premioliberograssi.com/images/documenti/PLG2019-presentazione-A4-def-compressed.pdf )


     


    Le scuole primarie o secondarie di primo grado che dovessero risultare vincitrici riceveranno un premio in denaro del valore di euro 1.000 (mille) che dovrà essere destinato esclusivamente all’acquisto di attrezzature didattiche. Le scuole secondarie di secondo grado che dovessero risultare vincitrici saranno premiate con un viaggio di “turismo responsabile” della durata di 3 giorni/2 notti per un gruppo di 25 persone (studenti+docenti), per far conoscere luoghi, realtà e storie dell'impegno sociale antimafia in Sicilia.


    A maggio si svolgerà a Palermo la cerimonia di premiazione.


     


    Alle estorsioni è dedicato il secondo episodio della web serie di Confcommercio “Il Titolare” https://iltitolare.confcommercio.it/movie/estorsione/

  • Tax Credit Riqualificazione Credito d’imposta per ristrutturazione alberghi e strutture ricettive

    Premesso che dal 1° gennaio 2019 le funzioni in materia di Turismo sono state trasferite Al Ministero delle politiche agricole e alimentari, forestali e del turismo - MIPAAFT

    Il Decreto n. 598/2017, tra le varie cose, ha individuato le strutture ricettive beneficiarie, gli interventi ammissibili al beneficio, le soglie massime di spesa agevolabile, i criteri di verifica/accertamento dell’effettività delle spese sostenute, la procedura per l’ammissione delle spese e per il relativo riconoscimento/utilizzo, la procedura di recupero in caso di utilizzo illegittimo del credito d’imposta oltre alle modalità per garantire il rispetto del limite massimo di spesa.

    La COMPILAZIONE DELL’ISTANZA si potrà effettuare esclusivamente sul Portale dei procedimenti del Ministero dalle ore 10.00 del 21 febbraio 2019 alle ore 16.00 del 21 marzo 2019. A breve l’azienda interessata potrà procedere a compilare l’istanza con la relativa attestazione di effettività delle spese sostenute


    INVIO DOMANDE - CLICK DAY dalle ore 10.00 del 3 aprile 2019 alle ore 16.00 del 4 aprile 2019
    Si ricorda che il riconoscimento del credito d’imposta avviene secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande e nei limiti dell’importo complessivo messo a disposizione dallo stato.


    Sono ammesse a credito d’imposta le strutture ricettive: alberghi, villaggi albergo, residenze turistico-alberghiere, alberghi diffusi, nonché quelle individuate come tali dalle specifiche normative regionali.


    Gli interventi ammessi a beneficio sono:



    • manutenzione straordinaria, restauro / risanamento conservativo / ristrutturazione edilizia (art. 3, comma 1, lett b) - c) e d) DPR n. 380/2001)

    • l’eliminazione delle barriere architettoniche (ex L. 13/89 e DM 236/89)

    • l’incremento dell’efficienza energetica

    • l’adozione di misure antisismiche


     


    Sono ammesse anche le spese per l’acquisto di mobili e componenti d’arredo, a condizione che il beneficiario non ceda a terzi, né destini a finalità estranee all’attività i beni oggetto degli investimenti prima dell’8° periodo d’imposta successiva.


     


    Il totale delle spese ammissibili è limitato alla somma di € 307.692,30


     


    Il credito d’imposta viene riconosciuto nella misura del 65% delle spese sostenute fino ad un massimo di € 200.000 in quanto l’agevolazione è concessa in regime “de minimis” Reg. UE n. 1407/2013