AVVISO PUBBLICO RISTORI AGENZIE DI ANIMAZIONE E VILLAGGI TURISTICI.

E’ stata pubblicata sul sito web del Ministero del Turismo la comunicazione che riporta il testo dell’Avviso pubblico riguardante l’assegnazione e l’erogazione di contributi, previsti dall’articolo 7 comma 1 del Decreto Ministeriale del 24 agosto 2021 – per l’importo di 10 milioni di euro, come indicato all’articolo 2 comma 1 lettera e) dello stesso Decreto Ministeriale del 24 agosto 2021 – destinati al ristoro di Agenzie di animazione per feste e villaggi turistici. Il richiamato Decreto Ministeriale del 24 agosto 2021 e stato oggetto di nostra precedente nota informativa del 12 agosto scorso, alla cui lettura si rinvia, pregando di tenere presente che la datazione del provvedimento è stata modificata (ora 24 agosto, prima 11 agosto) in ragione della data di invio da parte del Ministero agli Organi di controllo.

 

L’Avviso pubblico, il cui testo pubblicato è reperibile tramite il link ipertestuale sopra riportato, riguarda esclusivamente la ripartizione dei contributi di cui all’articolo 2 comma 1 lettera e) e articolo 7 del Decreto Ministeriale 24 agosto, per 10 milioni di euro, destinati ad agenzie animazione per feste e villaggi turistici. Tanto indica l’articolo 1 – Oggetto – del provvedimento in analisi.

 

L’articolo 2 – beneficiari – precisa che sono beneficiari delle risorse le agenzie di animazione per feste e villaggi turistici che, come specificato all’articolo 7 comma 2 del Decreto Ministeriale 24 agosto, non siano destinatari di sanzioni interdittive per illeciti amministrativi, siano in regola con gli obblighi in materia fiscale e con quelli in materia previdenziale ed assicurativa, non si trovassero, già alla data del 31 dicembre 2019, in stato di difficolta – ai sensi del Regolamento (UE) n. 651/2014, salvo che si tratti
microimprese o piccole imprese di cui all’allegato I del citato Regolamento, purché non soggette a procedure concorsuali per insolvenza e non destinatarie di aiuti per il salvataggio o aiuti per la ristrutturazione – né si trovino in condizioni ostative alla contrattazione con le pubbliche amministrazioni.

 

L’articolo 3 – Istanza, contenuti e modalità di presentazione – al comma 1 stabilisce che le istanze di accesso al contributo dovranno essere presentate, con procedura automatizzata, su apposita piattaforma telematica certificata che sarà raggiungibile attraverso un link che verrà successivamente pubblicato sul sito web del Ministero del Turismo una settimana prima dell’apertura della funzione di caricamento dati per la presentazione. Non viene pertanto fornita, nel testo dell’Avviso pubblico in analisi, né la data a partire dalla quale si potranno caricare a sistema le istanze di contributo, con la documentazione richiesta, né il termine entro cui tale operazione dovrà essere effettuata. Ci riserviamo di controllare costantemente il sito web del Ministero per dare tempestiva comunicazione di tali informazioni. Dopo l’indicazione, al comma 2, delle modalità che consentiranno l’accesso alla piattaforma – per le quali sarà reso disponibile un Manuale operativo di ausilio alla presentazione delle istanze – e dei servizi che in essa
saranno resi disponibili, come la delega di presentazione a soggetto terzo, il rilascio di dichiarazioni in autocertificazione, la firma digitale della domanda e il rilascio ricevuta di presentazione, al comma 3 vengono anticipati nel dettaglio i dati di fatturato, corrispettivi e ricavi che il soggetto che presenta l’istanza dovrà inserire, oltre che, al comma 4, le dichiarazioni da presentare. Si indica altresì l’obbligo, a carico dell’istante, di fornire un elenco delle fatture emesse riferibili ad attività effettuate in favore di strutture turistiche per le attività espletate, che sia certificato da professionista accreditato. Saranno caricabili sul sistema, in sede di presentazione dell’istanza di contributo, l’autodichiarazione antimafia e il certificato di regolarità contributiva DURC.

 

L’articolo 4 – Assegnazione ed erogazione – indica i soggetti competenti a disporre l’assegnazione dei contributi, che è comunque subordinata al rispetto della normativa europea in materia di aiuti di Stato, nonché alla verifica della regolarità contributiva e degli adempimenti in materia di pagamenti delle pubbliche amministrazioni.

 

L’articolo 5 dispone in relazione ai casi eventuali di Revoca del contributo e controlli.

Torna all'elenco

In primo piano

BULLISMO E VIOLENZA DI GENERE: Sabato 03 dicembre ore 8.30 – Comune…

La Commissione Pari Opportunità del Comune di Udine, nell'ambito delle iniziative contro la violenza di genere, presenta la premiazione del concorso contro il bullismo dedicato alle Scuole. INTERVENTI - Saluto istituzionale e delle…

PROGETTO RISPETTO – Venerdì 25 novembre ore 17.00 Comune di Udine…

La Commissione Pari Opportunità del Comune di Udine, nell'ambito delle iniziative contro la violenza di genere, presenta il progetto "RISPETTO", e la proiezione del cortometraggio “La panchina rossa". Seguirà l'illuminazione della Loggia di San…

Prorogata al 1° aprile 2023 l’attivazione del Servizio a Tutele Graduali…

Fino al 31 marzo 2023 proseguirà il normale servizio di maggior tutela per chi non ha ancora scelto un fornitore nel libero mercato. Facendo seguito a quanto riportato nella COM n. 5, si informa che l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e…

Come allestire le vetrine per il prossimo Natale

Natale può valere fino al 30% delle vendite di un negozio, e le vostre vetrine nella settimana più importante dell’anno (18-24 Dicembre) devono essere perfette. In questo articolo, primo di una serie che seguirà il calendario delle…