Sede
News | Eventi | Comunicati » Eventi e iniziative


Pronto Soccorso: avviato il 112, nuovo Numero Unico per le Emergenze

Data pubblicazione: 30/03/2017




Il Numero Unico per le Emergenze (Nue) 112 è una realtà anche in Friuli Venezia Giulia, seconda regione in Italia, dopo la Lombardia, che su tutto il territorio sarà allineata alle direttive europee, rendendo così più efficace ed efficiente il servizio di pronto intervento e di soccorso in tutti i suoi aspetti. Un numero unico, dunque, per tutte le chiamate di emergenza: Pronto Soccorso sanitario, Carabinieri, Polizia, Vigili del Fuoco, Protezione civile. Un numero unico destinato a superare, gradualmente, il 118, il 113, il 115. Che infatti rimarranno in funzione fino a quando questa innovazione culturale sarà stata recepita da tutti i cittadini e comunque fino a quando il 112 sarà funzionante in tutta Italia. Il 29 marzo nella Centrale operativa di Palmanova della Protezione civile regionale, dove lavorano gli operatori del Nue, nonché quelli del Pronto Soccorso sanitario, è stato dato il via al nuovo servizio per i territori delle province di Udine e Gorizia.
Dal 4 aprile, sarà la volta di Trieste e Pordenone. Sempre dal 4 aprile sarà a disposizione anche la App 112, scaricabile gratuitamente sullo smartphone: con un solo clic si potrà fare la chiamata di emergenza e fornire la propria posizione esatta, calcolata dal Gps del telefonino.

 




 




News
  • Adempimenti CONAI in materia di imballaggi

    A partire dal 1° gennaio 2018 entrerà in vigore il contributo
    ambientale Conai (CAC) diversificato per gli imballaggi in plastica,
    secondo il seguente schema:

    Fascia A (imballaggi selezionabili e riciclabili da circuito commercio
    e industria): 179,00 €/t
    Fascia B (imballaggi selezionabili e riciclabili da circuito
    domestico): 208,00 €/t
    Fascia C (imballaggi non selezionabili/riciclabili allo stato delle
    tecnologie attuali): 228,00 €/t.

    Le liste di imballaggi di fascia A e B sono tassative, pertanto
    qualora una determinata tipologia di imballaggio non dovesse essere
    ricompresa in maniera inequivocabile in una delle due liste agevolate
    (A o B), la stessa dovrà essere necessariamente attribuita alla fascia
    C.

    Sulla base degli approfondimenti svolti dai competenti organi
    consortili1, sono state deliberate le seguenti modifiche/precisazioni
    relative ad alcuni articoli di imballaggio:

    - nella lista degli imballaggi di fascia A è stata aggiunta la voce
    “Tappi, chiusure e coperchi per fusti e cisternette IBC”. Di
    conseguenza, nella lista degli imballaggi di fascia B, la voce “Tappi,
    chiusure, coperchi” è stata modificata in “Tappi, chiusure e coperchi
    diversi da quelli di fascia A”;
    nella lista degli imballaggi di fascia B:

    - la voce “borse riutilizzabili, conformi alla vigente normativa (DL
    2/2012)” è stata modificata in “borse riutilizzabili, conformi alla
    vigente normativa (art. 226-bis del D.Lgs. 152/2006)”2;

    -  la voce “shoppers monouso, conformi alla vigente normativa (UNI EN
    13432:2002)” è stata modificata in “borse rispondenti ai requisiti
    stabiliti dalla norma UNI EN 13432:2002”3.

    Di conseguenza, nella lista degli imballaggi di fascia C, la voce
    “sacchi e sacchetti diversi da quelli di fascia B” è stata modificata
    in “borse, sacchi e sacchetti diversi da quelli di fascia B”.

    Le liste aggiornate saranno disponibili nelle prossime settimane e
    avranno effetti sulle dichiarazioni del CAC di competenza 2018
    (pertanto, a partire dal CAC dovuto per il mese di gennaio 2018 per i
    dichiaranti mensili). I contenuti della Guida Tecnica in vigore fino
    al 31.12.2017 saranno invece trasferiti integralmente nella Guida
    Conai 2018.

    Per eventuali chiarimenti è possibile contattare il Numero Verde
    800337799 oppure compilare il form on line sul sito CONAI  nell’area
    “Contattaci”, selezionando l’argomento “Contributo Diversificato”.

  • ACCISE: Termini e modalità di pagamento dell'imposta su alcuni prodotti immessi in consumo

    ACCISE: Termini e modalità di pagamento dell'imposta su alcuni
    prodotti immessi in consumo nel periodo dal 1° al 15 dicembre 2017.

    Con riferimento al D.M. 31 ottobre 2017 (con il quale sono stabiliti i
    termini e le modalità di pagamento dell'accisa sull'alcole etilico,
    sulle bevande alcoliche e sui prodotti energetici diversi dal gas
    naturale, dal carbone, dalla lignite e dal coke, per le immissioni in
    consumo avvenute nel periodo dal 1° al 15 dicembre 2017) il versamento
    dell'imposta relativa ai suddetti prodotti immessi in consumo nella
    prima quindicina del mese di dicembre 2017 deve essere effettuato
    entro il:

    *    18 dicembre 2017, se eseguito con l'utilizzo del modello
    unificato F24, con
          esclusione della compensazione di eventuali crediti;
    *     27 dicembre 2017, se eseguito direttamente in tesoreria o tramite conto corrente postale.

    E'  possibile utilizzare il modello F24 per i pagamenti in scadenza il
    27 dicembre 2017, ai sensi dell'art. 28, comma 6, della legge n. 388
    del 2000 (legge Finanziaria 2001), relativi a:

    L'accisa sul gas naturale;
    L'accisa sui consumi di carbone, lignite e coke;
    L'imposta di consumo sugli oli lubrificanti e bitumi di petrolio;
    la tassa sulle emissioni di anidride solforosa e di ossidi di azoto.