Sede
News | Eventi | Comunicati » Eventi e iniziative


La Mappa del Sapore, 52 “perle” della cucina udinese

Data pubblicazione: 26/06/2017


 


Un anno e mezzo dopo l’esordio di Udine (e dintorni) nella Mappa del sapore, ecco la seconda edizione “cittadina” di una guida che continua ad avere massima visibilità anche grazie alla collaborazione degli uffici turistici della Regione.


Con focus ancora il capoluogo friulano, il curatore Alessandro Tollon, vicepresidente provinciale di Confcommercio, lancia il bis con un’ulteriore aggiunta di aziende per toccare quota 52 tra ristoranti, trattorie, osterie con cucina, bistrot, enoteche e gastronomie.


Come dalla prima edizione del 2003, la Mappa del Sapore, traduzione in tedesco e inglese, 10mila copie stampate, si presenta nella forma di un volume snello, poco più di un centinaio di pagine, che racchiude il meglio dell’offerta culinaria udinese.


Ricordato l’autofinanziamento del progetto, Tollon sottolinea la riuscita di un format «che ci ha consentito di distribuire circa 260mila volumi nelle precedenti edizioni dedicate a Lignano, Udine prima edizione e fascia intermedia del territorio».  I colori sono il bianco e il nero, in copertina compare l’angelo di Udine, nelle prime pagine c’è pure un intervento di Joe Bastianich. «Il Friuli offre vini e prodotti gastronomici che raccontano la storia della nostra terra – scrive Tollon nella premessa –. Diffondere la cultura del territorio è la missione dei nostri osti, ristoratori, cuochi, vignaioli, prosciuttieri e casari tra tradizione e innovazione. La missione è far conoscere i nostri tesori: vino friulano, ribolla, refosco, birra artigianale, cape, canoce, calamari, fasolari, prosciutto di San Daniele, pezzata rossa, montasio, formadi frant, ricotta friulana, frico, gubana, olio d’oliva, brovada, musetto, sclupit...offriamo e chiediamo il meglio».


Ad aderire sono dunque 52 locali di Udine e dintorni (si arriva fino a Fagagna): dai ristoranti stellati come Agli Amici di Godia alle nicchie del buon mangiare e buon bere friulani. «Nel turismo di oggi l’enogastronomia è un fondamentale elemento di attrazione – sottolinea il presidente della Camera di commercio Giovanni Da Pozzo –. L’importante è offrire iniziative di qualità. Perché la qualità paga sempre». La Mappa del Sapore, prosegue, «è un progetto di identificazione del territorio che unisce le diverse realtà della cucina in una festa per il palato, alla riscoperta di sapori antichi in gustose rielaborazioni moderne».


In passato la mappa è diventata oggetto di collezione. Contestualmente alla nuova pubblicazione è anche possibile scaricare la mappa all’indirizzo web www.mappadelsapore.it, sito molto visitato anche all’estero e che contiene tutte le mappe già pubblicate. Come la versione cartacea, l’online è pure in lingua tedesca e inglese. Il volume verrà distribuito da Tarvisio a Lignano passando naturalmente per Udine, negli infopoint della regione, nelle fiere internazionali, con particolare attenzione al turista austriaco e bavarese.


La prossima Mappa - è stato "rivelato" alla presentazione - sarà dedicata alla ristorazione della "Sportland", quell'area del Friuli che sale fino alla montagna in cui fioriscono le attività sportive all'aperto, in grado di attirare turismo di qualità ed esprimere un'enogastronomia speciale.





News
  • Approfondimenti dedicati alle imprese su credito, tari, normative, formazione obbligatoria ...









    Approfondimenti dedicati alle imprese su credito, tari, normative, formazione obbligatoria, e tanto altro ancora...



    LUNEDI'  20 NOVEMBRE ORE 15.00


    CODROIPO


     


    A tutte le imprese del terziario 



    Ti invitiamo a conoscere l'offerta delle consulenze e dei servizi proposti da Confcommercio, impegnata DA 72 ANNI A SOSTEGNO DELLE ATTIVITÀ IMPRENDITORIALI del commercio, del turismo e dei servizi. 



    Credito e finanziamenti, fisco ed imposte, personale dipendente, commercio elettronico e promozione sul web, formazione obbligatoria e non - anche finanziata -  per titolari e dipendenti, aggiornamenti sulle normative di settore, TARI, MEPA, patronato 50&Più ENASCO. 


     
    In Confcommercio è possibile trovare le risposte o essere indirizzati al professionista giusto per affrontare i problemi aziendali: rivolgici le tue domande!  



    Ti aspettiamo  


















     





    Lunedì 20 novembre 2017 alle ore 15.00


    presso la Sala Consiliare del Comune di Codroipo  


    Piazza Garibaldi, 81 - Codroipo


     


    Il Presidente


    del mandamento Bassa Friulana


    dott. Antonio Dalla Mora



    -- INGRESSO LIBERO -- 


    Per informazioni


    Graziella Masolin 335.7846768
    graziella.masolin@ascom.ud.it









  • Dehors da adeguare e sostituire: prestiti da 10 a 40mila euro

    Confcommercio Udine, Confidi Friuli e Banca Popolare di Cividale siglano una convenzione per finanziare le imprese


     


    L’obiettivo è di permettere ai pubblici esercizi udinesi di adeguare i dehors che non rispettano le disposizioni del regolamento comunale. Alcuni vanno tra l’altro sostituiti con nuove strutture di pregio che richiederanno un investimento da ammortizzare in più anni. Con queste premesse, il mandamento di Confcommercio Udine con il presidente Giuseppe Pavan, Confidi Friuli con il vicepresidente Pietro Cosatti e Banca Popolare di Cividale con il direttore commerciale Maurizio Gattesco hanno siglato una convenzione che consentirà alle imprese che operano su spazio pubblico di accedere a finanziamenti da un minimo di 10mila a un massimo di 40mila euro per l’adeguamento e l’eventuale sostituzione dei dehors.
    Nelle sede di Confcommercio a Feletto Umberto si è dato dunque il via libera allo schema di finanziamento a medio termine (non oltre i 36 mesi) per l’erogazione di prestiti, entro il 30 giugno 2018, a valere su un plafond di 5 milioni di euro messo a disposizione da Banca Popolare di Cividale, a favore di aziende associate a Confcommercio e Confidi Friuli. «Un’iniziativa importante per i pubblici esercizi udinesi che potranno ora investire con l’obiettivo di una maggiore attrattività dei locali», osserva il presidente Pavan, mentre il direttore commerciale Gattesco evidenzia come, in un contesto di trasformazione del sistema bancario, «Banca Popolare di Cividale continua a dimostrare la massima attenzione verso la microimpresa, la parte più rilevante del sistema economico del territorio». Attore protagonista anche Confidi Friuli con le sue garanzie a copertura. «Si tratta di investimenti che le imprese hanno urgenza di fare subito – rileva il vicepresidente Cosatti –. I nostri uffici definiranno le singole pratiche nell’arco di una decina di giorni».