Sede
News | Eventi | Comunicati » Eventi e iniziative


AVVIO SALDI ESTIVI

Data pubblicazione: 30/06/2017


La Regione Friuli Venezia Giulia ha deliberato la data di avvio dei saldi estivi che quest’anno decorre da sabato 1° luglio.

Ricordiamo che non è più dovuta alcuna comunicazione al Comune. Nel caso l’impresa intenda sfruttare l’intero periodo (l’arco temporale va dal 1° luglio al 30 settembre) si dovrà prevedere una pur minima interruzione (anche di 1 solo giorno).





News
  • Uso contante e obblighi in materia di accettazione di pagamenti mediante carte di credito e debito

    Uso contante e obblighi in materia di accettazione di pagamenti
    mediante carte di credito e di debito: aggiornamento.

    Si fa seguito alle diverse richieste di chiarimenti in merito ad un
    ventilato, imminente avvio del regime sanzionatorio per la mancata
    accettazione dei pagamenti elettronici (mediante POS) per informare
    che l’obbligo previsto dalla Legge di stabilità 2016 per i soggetti
    che effettuano l'attività di vendita di prodotti e di prestazione di
    servizi, inclusi i servizi professionali, di accettare pagamenti anche
    mediante carte di debito e di credito è a tutt’oggi in attesa delle
    previste disposizioni attuative che devono essere emanate dal
    Ministero dello sviluppo economico, di concerto con il Ministero
    dell'economia e delle finanze, sentita la Banca d'Italia.

    Salvo l’obbligo del pagamento delle retribuzioni con strumenti di
    pagamento diversi dal contante,  la Legge di Bilancio 2018 appena
    approvata e il decreto di legislativo di recepimento della direttiva
    UE 2015/2366 in materia di servizi di pagamento nel mercato interno
    non sono intervenuti in materia di sanzioni per la mancata
    accettazione di pagamenti tramite carte di credito e di debito.

  • Apparecchi per la ricerca delle persone  - contributo 2018.


    Si ricorda che entro il prossimo 31 gennaio dovrà essere versato il
    contributo annuale dovuto dai detentori di apparecchi cercapersone,
    non di libero uso.
    Il contributo da versare, stabilito dal Decreto Legislativo n. 259 del
    2003 (Codice delle comunicazioni elettroniche), è il seguente:
    • euro 30,00 in caso di utilizzo fino a 10 apparati;

    • euro 100,00 in caso di utilizzo fino a 100 apparati;

    • euro 200,00 in caso di utilizzo oltre i 100 apparati.


    Il pagamento può essere effettuato con le seguenti modalità:
    *  versamento in conto corrente postale intestato alla Tesoreria
    Provinciale dello Stato;
    *  versamento con vaglia postale interno o internazionale intestato
    alla Tesoreria provinciale dello Stato;
    *  accreditamento bancario a favore dell'ufficio italiano cambi per il
    successivo versamento all'entrata del bilancio dello Stato. La causale
    del versamento deve contenere l'indicazione che l'importo deve essere
    acquisito all'entrata del bilancio dello Stato, al Capo XXVI, capitolo
    25 articolo 69.